Martedì 27 luglio 2021

Il pezzotto, il prodotto artigianale valtellinese più famoso

Condividi





I pezzotti sono copertoni composti di stracci tagliati a listerelli costituiti da vari colori e combinati dalla tessitura con un filo di canapa.
Questo tappeto valtellinese nella lavorazione più antica, come anche oggi, è costituito sia dall’accordo cromatico, sia dai disegni che vengono inventati di volta in volta dalla tessitrice.
L’industria del pezzotto è costituita da scarti e da ritagli delle industrie di cotone, seta, lana o canapa. Quello del pezzotto è un artigianato fiorente all’ombra delle industrie tessili.
La tecnica della lavorazione del pezzotto non permette una facile varietà di disegni e di linee. I più caratteristici motivi sono quelli a “rigatino” che non hanno un disegno particolare ma la loro costruzione comprende un insieme di colori. Un altro motivo ricorrente che si può trovare nei pezzotti è quello delle fiamme triangolari di svariati colori, che risaltano su uno sfondo neutro.
Oltre questi motivi, più recentemente si sono sviluppate altre forme decorative: quelle a “piramide” e quelle a “coda di pesce”.
Accanto alle decorazioni prima indicate, si possono comunemente trovare disegni geometrici costituiti da un intreccio di triangoli e quadrati.
I pezzotti valtellinesi, rispetto ai tappeti rustici di alcune località italiane del sud, si distinguono per una maggior sobrietà di tinte e una trama più compatta dovuta all’uso sempre più frequente di ritagli di lana.
Il lavec, la pentola tradizionale della Valtellina

Le news su WhatsApp e Telegram



  1. Maria Grazia lenti Rispondi

    Comprati durante i miei soggiorni a Livigno e conferiscono colore alla casa in montagna

Rispondi a Maria Grazia lenti Annulla risposta

*

Ultime notizie