Giovedì 19 settembre 2019

Il SASL recupera cercatore di funghi scivolato con gamba fratturata

Condividi

Intervento ieri nel comune di Gerola Alta per una donna di 40 anni residente in zona. Era per funghi nella zona di Pescegallo, a 1550 metri di quota, ma è scivolata e si è procurata una frattura alla gamba. La Centrale ha mandato sul posto le squadre del Cnsas di Morbegno, VII Delegazione Valtellina Valchiavenna. Sette i tecnici impegnati, hanno collaborato all’intervento i militari del Sagf – Soccorso alpino Guardia di finanza. È arrivato infine l’elicottero da Como per il recupero e il trasporto a valle della donna infortunata.
Gli interventi che riguardano i cercatori di funghi si concentrano soprattutto in questo periodo perché ci sono tipi di infortuni che sono legati alla stagione o all’ambiente. Senza demonizzare l’attività in sé o le persone che la praticano, è però doveroso continuare a insistere e informare su quanto un comportamento corretto possa ridurre gli incidenti e rendere piacevole una passione come quella dei funghi. Se le calzature sono adatte, come per esempio gli scarponi, in caso di scivolata il piede ha il sostegno che serve per evitare una frattura; oppure, se si valuta bene ogni dettaglio, come le previsioni meteorologiche, il percorso, i tempi per il rientro, ci sono molte meno possibilità di perdersi o di non avere più le forze per rientrare. Le stazioni del Soccorso alpino, come anche guide alpine o i gestori dei rifugi, possono darvi consigli preziosi anche se siete esperti cercatori di funghi.
Fonte: Soccorso alpino e speleologico lombardo

News su WhatsApp e Telegram
Viabilità
Eventi
Meteo
Pubblicità

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie