Giovedì 17 giugno 2021

Il video dei 9 chilometri della nuova strada statale 38 della Valtellina

Condividi





Non avete ancora visto il nuovo tratto della strada statale 38 della Valtellina?
Ci abbiamo pensato noi: abbiamo percorso i 9 km della nuova strada statale 38, recentemente inaugurata, in direzione sud (Lecco-Milano) da Cosio Valtellino fino all’uscita per Colico-Chiavenna, dopo la quale, se avessimo proseguito sulla statale 38, si accede direttamente alle gallerie per Lecco e Milano.

Le altre news di oggi
Ricevi le news su WhatsApp

Dormire Morbegno

Hotel La Brace***
La Fiorida Agriturismo Beauty Farm

Mangiare Morbegno

Ristorante La Brace
Ristorante La Présef La Fiorida
Ristorante Quattro Stagioni La Fiorida

Salute e benessere Morbegno

Clinica Marchetti
Farmacia Comunale Civo

Enti e uffici turistici Morbegno

Pro Loco Morbegno




Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

  1. sara Rispondi

    grazie della visione.. ci sarebbe garbato leggere anche i cartelloni stradali però….. così mi pare un po monotona… solo asfalto… non rende per noi che non abbiamo occasione di tornarci per un po… 🙂

  2. Redazione Rispondi

    Grazie a te Sara, il video è stato pensato e realizzato per illustrare, con i limiti di una ripresa in auto, il tracciato della nuova strada a chi non ha ancora avuto la possibilità di percorrerlo. Non è un video di paesaggi e turismo, tutte le altre nostre news lo sono. Cartelli stradali in 9 km non ne ricordiamo molti, comunque possiamo assicurarti che è difficile perdersi nel fondovalle in Valtellina, anche senza navigatore….

  3. Redazione Rispondi

    aggiungiamo per completezza di informazione che abbiamo fatto anche il tragitto di ritorno da Piantedo fino all’uscita di Cosio. In totale da Cosio a Cosio abbiamo impiegato 14 minuti, sempre rispettando largamente i limiti di velocità previsti

  4. fabio sabbadini Rispondi

    che se ne fa la Valtellina di una strada a doppia corsia x senso di marcia?soldi sprecati nn vi pare?

    • patrizio copes Rispondi

      Aspetta a dirlo:Inoltre vuole che tutti i soldi li sprechino al Sud….?

  5. fabio sabbadini Rispondi

    bastava semplicemente una super normale a due corsie

  6. Alessandro Rispondi

    Io la ritengo un ottimo modo per evitare gli ingorghi, soprattutto in alta stagione… ma… c’è più di un ma… (del resto son italiano, e figurati se non trovavo qualcosa da ridire! aauhauhauh!): 1. 9 km senza una colonnina dell’emergenza? Auguri a chi, per qualsiasi ragione, si trova con la macchina in panne… ok, ci son i cellulari, ma io devo chiamare la Polizia con il cell per far portar via la macchina da qualcuno? uff… 2. Non c’è un’uscita in tutto il tragitto? Insomma… chi vive da quelle parti non utilizzerà mai quel tratto stradale. Almeno un’uscita/ingresso dopo 4/5 km poteva forse fare la differenza.. per il resto niente da dire, del resto è nuova! (dunque si prevederanno in futuro necessari lavori di ristrutturazione, riasfaltamento…)… ah, un’ultima nota… noto con immenso dispiacere che, anche su una strada a 2 corsie nuova di pacca, ci son i soliti guard-rail ammazza motociclisti! Questo è male. ciao ciao

  7. mikaili giuriani Rispondi

    stessa storia questa mattina a salire da lecco trovi il cartello chiavenna e ti ritrovi a cosio valtellino …
    CIAO MET

  8. itala rossatti Rispondi

    Bhe’ che dire: nessuno l’ha vista sabato mattina scorso? Doppia colonna ferma dall’altezza della Fiorida alla rotonda di Cosio! (io la guardavo dall’alto fortunatamente).

    • Emilio Rispondi

      io l’ho percorsa venerdì scorso,lovero-piantedo 72 km e piantedo-lovero altri 72km, fra andata e ritorno…la bellezza di 3h e 10min.è stato un’incubo.

  9. Edy Rispondi

    Spezzone di un articolo pubblicato RSI.ch 31 luglio 2013

    Un tratto di strada di nove chilometri e 300 metri – per metà su viadotto – che non
    solo era atteso dai valtellinesi.
    Problemi di ordine tecnico e un aumento dei costi alla fine hanno visto l’impresa
    Claudio Salini concludere la strada con 500 giorni di ritardo e presentare un conto da 255 milioni. Ogni
    chilometro è dunque costato sui 27 milioni di euro!!!

  10. Emilio Rispondi

    bella e comoda ok,xò non ha senso fare il secondo lotto fino al tartano a sole 2 corsie xke diventa un’imbuto nulla più.poi un’altra cosa…io l’ho già percorsa in varie direzioni,ok è comoda se vai in direzione lecco,ma se vai in direzione chiavenna o dongo! È tutta una gincana unica.si fanno 2km in un raggio di strada di 200m…assurdo.ora quanto si deve aspettare x il secondo lotto ? 7 o 8 anni! E x la tangenziale di tirano ! “altro punto molto critico x la viabilità” e per il traforo del mortirolo! A breve iniziano i lavori x il traforo di Bormio il direzione piandelvino…utile ok,snellisce il traffico di Bormio che è sempre da panico nel week end.Ma xò siamo sempre alle solite,dovesse venire una frana grossa sulla super strada 36 del lago noi saremmo bloccati…l’unica alternativa è il passo dell’aprica…”non transitabile dai mezzi pesanti” é possibile avere delle strade simili nel 2013 ! Io venerdì 9 agosto ho impiegato 1h e 25min x fare il tratto lovero-piantedo che sono 72km e 1h e 45 x il ritorno,vi sembra una cosa possibile ! È stato un’incubo.vogliamo parlare anche del traforo dello Stelvio che ne parlano da una vita! Sarebbe la nostra porta x l’europa…le fabbriche risorgerebbero.
    Ho detto tutto ciò che pensavo su questa stupenda valle cosi vicina ma viabilisticamente troppo lontana da ogni luogo. ciao a tutti

  11. Marco Rispondi

    Oltre a tutti i commenti critici del quale mi trovo pienamente concorde aggiungerei ulteriore benzina al fuoco… Nessuno ha notato le inclinazioni del viadotto? Ok non sprecare soldi al sud come qualche benpensante verde lega ha scritto ma neanche sprecarli da noi va bene.. Teoricamente il valtellinese medio ama le cose ben fatte…

  12. Silvio Rispondi

    bella e comoda era ora una boccata di ossigeno per la Valtellina,quando arriverà a Sondrio?

Lascia un commento

*

Ultime notizie