Martedì 22 giugno 2021

In maggio la sentenza sulla tangenziale di Tirano

Condividi





Previsto per l’11 maggio 2021 il pronunciamento del TAR sui ricordi presentati dagli agricoltori (interessati dal passaggio sui loro terreni) per fermare la costruzione della tangenziale di Tirano così come stabilito dal progetto definitivo. La sentenza è particolarmente attesa dal territorio e Regione Lombardia affiancherà Anas in tribunale. La nuova strada si compone del tratto A (Bianzone – Ganda) e tratto B (Ganda – Campone).
I ricorsi sono stati presentati già due anni fa sul progetto definitivo approvato dal CIPE nel 2018, ma ora si contesta anche il progetto esecutivo. In particolare si chiede che venga rivista la progettazione con realizzazione di alcuni tratti in galleria a nord che risparmierebbero terreno agricolo. Le contestazioni riguardano anche il problema della sicurezza stradale in quanto la tangenziale verrebbe costruita (questa è l’accusa) in zone soggette a gelate e, soprattutto, in area che ricadono in zona A del PAI, come tali inedificabili.
L’Anas non avrebbe tenuto conto, secondo i ricorrenti, delle prescrizioni che imponevano modifiche in sede di progetto esecutivo.
L’inizio dei lavori è previsto per settembre 2021 e i tempi di esecuzione, al netto di imprevisti, ma anche di eventuali anticipi, sono indicati in 1.915 giorni.

Shopping Tirano

Plozza Vini

Enti e uffici turistici Tirano

Consorzio Turistico Media Valtellina Terziere Superiore

Le altre news di oggi
Ricevi le news su WhatsApp




Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie