Martedì 22 giugno 2021

La Cima di Trafoi, tra Valtellina e Sud Tirolo, gemella della Thurwieser

Condividi





La Trafoier Eiswand, italianizzata Cima di Trafoi (3565 metri), si erge sulla cresta principale di confine tra Valtellina e Sud Tirolo, gemella della Thurwieser con la quale è collegata tramite l’alta cresta est, detta anche Croda di Trafoi o Baeckmann Grat, una delle più tecniche traversate di tutto il settore e non solo.
Bonacossa descriveva così questa montagna magnifica: “enorme bastionata di ghiaccio dagli strapiombanti seracchi e dalle candide creste, ergentesi dai più selvaggi ghiacciai del gruppo e costituente la più bella ed ammirata gemma di Trafoi”.
Il suo versante nord che domina sulla sottostante Vedretta di Circo (Zirkus Ferner) è infatti molto attraente, anche se ha perso molto splendore negli ultimi decenni, ed oltre ad un ambiente glaciale particolarmente sempre severo, offriva ascensioni di classe, almeno fino agli anni ’90, gli accessi sono sempre più impegnativi e pericolosi ormai.
La parete sud sul versante di Valfurva, in alta Val Zebrù, era la via di accesso dei nostri Alpini durante la Grande Guerra, fino agli ’80 era innevata anche in piena estate molto spesso, certamente di più facile accesso rispetto ad oggi, senza neve una vera roulette russa salire di qui. Alla base dovrebbe ancora esserci un piccolo apparato glaciale, anche se sotto metri e metri di detrito che cade appunto dalla parete.
Marco Trezzi
Le altre news di oggi
Ricevi le news su WhatsApp




Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie