Sabato 12 giugno 2021

La dritta di Monno rende il Mortirolo con Contador più infernale

Condividi

Domenica da Aprica la RHXDUE Contador si farà cattiva
L’Evento RHXDUE ci farà scoprire domenica una “nuova via” del Mortirolo. Si tratta della ritrovata “DRITTA”, la vecchia strada che per trent’anni è stata dribblata. L’amministrazione comunale di Monno (comune in provincia di Brescia) ha completato le fasi di recupero del tratto in questione e il Mortirolo da quel versante diventa ancor più duro così da rinvigorire il confronto con il versante di Mazzo definito “direttissima”.
All’indomani della scalata da Bormio al Gavia di sabato, RHXDUE proporrà domenica due scalate al Mortirolo. Una con partenza da Bormio e scalata da Mazzo, che gli specialisti elvetici di Salite d’Europa, i più competenti su piazza definiscono “direttissima”, l’altra con partenza da Aprica che proporrà la grande novità: la “DRITTA”.
La salita al Mortirolo da Mazzo parte da quota 552 e su conclude a quota 1852. I metri di dislivello sono 1300 su 11,8 chilometri. La pendenza media è dell’11%. L’indice difficoltà è 1516.
La salita al Mortirolo da Monno (quella che domenica verrà affrontata dai partecipanti in partenza da Aprica) parte come tradizione da quota 1053 e si conclude a quota 1852. I metri di dislivello sono 799 su 10,7 chilometri di lunghezza. La pendenza media è sul 7,5%. L’indice di difficoltà è di 648. Ma attenzione: la “DRITTA”, che mai è stata affrontata da un evento sportivo, porta ora le biciclette alla scoperta di un nuovo inferno. All’uscita da Monno, la strada rimessa in funzione si impenna all’improvviso e di fatto “taglia” tre chilometri a tornanti, riducendo di gran lunga lo sviluppo totale della salita e proponendo subito il tratto più duro della salita (25% circa). Sinora il segmento più ostico lo si incontrava verso quota 1700 e con dislivello medio al 10,2%.
I ragazzi della Fundaciòn Under 23 di Alberto Contador – che sono impegnati nell’allenamento sul circuito “la Valtellina in quattro Passi” con Bernina, Forcola, Eira e Foscagno – nei prossimi giorni esploreranno per primi il versante incarognito di Monno. E poi daranno spazio a… capitan Alberto Contador, pur pedalandogli accanto.
Il campione di Pinto, recente trionfatore per la terza volta alla terza Vuelta disputata, tornerà in Valtellina per RHXDUE Contador che nel 2014 lo consacrò idolo incontrastato per migliaia di cicloamatori e semplici pedalatori delle cime. Venerdì lo spagnolo terrà una conferenza stampa alle ore 16.30 a Bianzone (tenuta La Gatta) e sabato rimonterà gli “avversari” da Bormio sino ai 2.621 metri del Passo Gavia. E domenica grande giornata sul Mortirolo partendo da Bormio o da Aprica con gli Under della Fondaciòn attori protagonisti e una straordinaria novità legata alla salita inaugurata da Vincenzo Torriani con il Giro d’Italia e in odore di essere al centro delle operazioni anche per la corsa rosa del 2015. 
Agli iscritti a RHXDUE sarà garantito il trasporto degli indumenti di ricambio sia al Gavia, sia al Mortirolo.
I partecipanti, al momento del ritiro del pettorale, potranno consegnare gli indumenti personali, che verranno riposti in apposita sacca contraddistinta all’esterno dal numero di gara del proprietario degli effetti personali. All’arrivo, il partecipante all’evento potrà ritirare la propria sacca.
L’evento è un’escursione libera, organizzato in collaborazione con il Comitato Organizzatore della Valtellina (info CONSORZIO TURISTICO Media Valtellina, con iscrizione gratuita ma obbligatoria, partenza alla francese tra le ore 9 e le ore 10, casco obbligatorio e chiusura traffico automobilistico garantita.

Lascia un commento

*

Ultime notizie