Martedì 26 ottobre 2021

La Pompei delle Alpi con il Touring Club

Condividi





“La Pompei delle Alpi” sabato 8 giugno 2019
Quota individuale di partecipazione: Socio TCI € 25 – Non Socio € 35 a persona.
Dalle ore 14,30 alle ore 15 incontro con il console e con la guida presso il centro multimediale degli scavi di Piuro e registrazione dei partecipanti. Alle ore 15 inizio della visita guidata.
Piuro si raggiunge da Chiavenna percorrendo la strada statale n. 37 del Maloja. Si supera la frazione di Prosto e si arriva a Borgonuovo. Tra il km 3 e il km 4 una chiara segnaletica invita ad imboccare sulla destra una strada che in poche decine di metri porta al centro multimediale con annesso parcheggio. I successivi spostamenti tra i vari siti oggetto della visita guidata, distanti tra loro alcune centinaia di metri, avverranno con le auto dei partecipanti ed eventualmente con un servizio navetta messo a disposizione dall’organizzazione. L’evento avrà la durata di 2,30 – 3 ore circa. I percorsi pedonali all’interno dei siti archeologici non presentano difficoltà particolari e sono quindi adatti a tutte le gambe. Si consigliano comunque calzature comode. Si segnala infine che il programma potrà subire modifiche o essere anche annullato in caso di avverse condizioni meteorologiche.
Correva l’anno 1618. Improvvisamente, in una bella serata di tarda estate, una frana di proporzioni gigantesche si abbatté su Piuro seppellendo ogni cosa e trascinando con sé la vita di circa
1000 persone. Ma, così come avvenuto per la più nota città sepolta che si trova in Campania, anche il nostro Borgo, grazie all’appassionata opera degli archeologi dell’Associazione italosvizzera per gli scavi di Piuro, riemerge a poco a poco dalle proprie rovine. Inizieremo la visita dal centro multimediale dove dei pannelli iconografici ci consentiranno di ammirare una proiezione olografica della frana. Visiteremo quindi gli scavi veri e propri. Successivamente il piccolo museo dove sono conservati stoviglie, armi ed altri reperti recuperati in occasione dei vari scavi. E infine gli imponenti ruderi di un importante palazzo nella così chiamata “area Belfort”. E sarà in una fascinosa sala ricavata nel cuore di questi imponenti ruderi che ci ritroveremo per un simpatico momento conviviale di commiato.
Le news su WhatsApp e Telegram



Lascia un commento

*

Ultime notizie