Giovedì 29 ottobre 2020

La Sindone tra scienza, vangelo e fede: mostra a Chiavenna

Condividi

Cinquantanove giorni di esposizione e tre conferenze per conoscere la Sacra Sindone in una prospettiva scientifica e recuperare la sua duplice dimensione di reliquia religiosa e di sfida per la scienza. L’opportunità viene offerta a tutti, a partire dal 10 agosto, attraverso la mostra “La Sindone: un percorso tra scienza, vangelo e fede”. La mostra è stata esposta a Trieste, Trento, Todi e San Gimignano e arriva in provincia di Sondrio in concomitanza con l’ostensione straordinaria a Torino in occasione del Sinodo mondiale dei giovani del 10 agosto.
«La mostra – sottolinea la curatrice Ada Grossi, storica, paleografa e scrittrice – nasce dall’esigenza di proporre al pubblico una panoramica semplice, ma corretta e completa, su argomenti e studi complessi, spesso oggetto di fraintendimenti. La mia formazione storica mi ha imposto una particolare attenzione alle fonti, anche per comprendere le torture inflitte all’Uomo della Sindone e alla sua sepoltura nel più ampio contesto del mondo antico, tra usi romani e ambiente culturale giudaico». La professoressa Grossi ha fatto confluire nella mostra l’esperienza maturata presso l’Ateneo Pontificio Apostolorum di Roma dove tiene da anni un seminario su Sindone, storia e archeologia.
La cerimonia di inaugurazione della mostra si svolgerà venerdì 10 agosto, alle ore 11, nella Collegiata di San Lorenzo. Si potrà vedere fino al 7 ottobre dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 19, il sabato dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 19, la domenica dalle 15 alle 19, con possibilità di visite al mattino su prenotazione. Il ciclo di conferenze, dal titolo “L’inizio, l’essenza, la domanda”, prevede tre appuntamenti alle ore 21 presso il Cineteatro Victoria: il 15 settembre “Il viaggio tra scienza e fede” a cura di Ada Grossi; il 22 settembre “Alla scoperta della sorgente della Divina Misericordia” con Stefano Battezzati; il 29 settembre “La Sindone, analisi di un mistero” a cura di Emanuela Marinelli e il concerto del tenore Giuseppe Carone.
Fonte: Consorzio Turistico Valchiavenna

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie