Lunedì 18 ottobre 2021

Le 10 mete imperdibili della Valtellina

Condividi

La Valtellina è una perla incastonata tra le Alpi. Forse meno conosciuta del vicino Trentino, offre comunque delle mete veramente imperdibili. Potrete scegliere tra laghi cristallini, siti archeologici, piste da sci, terme o lo shopping a prezzi davvero unici a Livigno, il “paradiso fiscale della Valtellina“. La Valtellina è una meta anche per i buongustai; rinomati vini come lo Sforzato o il Rosso di Valtellina accompagnano gustosi piatti tipici come la polenta Taragna, i Pizzoccheri o i taglieri di salumi e formaggi.

  • Bormio e le sue Terme.
  • I laghi di Cancano.
  • Le Torri di Fraele.
  • Il trenino rosso del Bernina.
  • Il Parco Nazionale dello Stelvio.
  • I laghi di Cancano, uno specchio turchese sotto al cielo

    I laghi di Cancano sono in realtà due bacini idrici distinti, quello di Cancano e quello di San Giacomo per una portata totale di 187 milioni di metri cubi d’acqua. La diga venne costruita nel 1925 per far entrare in funzione la centrale elettrica di Fraele. Tra il 1953 e il 1956, la diga venne ampliata per la sempre maggiore richiesta di elettricità. Con la nuova diga, la vecchia centrale elettrica venne sommersa e oggi è possibile vederla quando l’invaso non è totalmente colmo.

    A pochi chilometri dal lago di Cancano si trova Bormio che vanta ben tre parchi termali: Bormio terme, Bagni nuovi e Bagni vecchi. Bormio è un piccolo, caratteristico paese che vale sicuramente la pena visitare. Passeggiate per le viuzze e scoprite Piazza del Kuerc, visitate la Torre delle ore o la Collegiata dei Santi Gervasio e Protasio, i patroni di Bormio. A fine giornata, per rilassarvi, prenotate un massaggio o un trattamento estetico e per completare la giornata tentate la fortuna con voglia di vincere casinò online!

    Le torri di Fraele

    Collocate in posizione strategica nella Val Fraele si trovano due torri di origine medievale, che risalgono circa al 1300. Erano parte di un’antica costruzione che permetteva di passare in tutta sicurezza per la valle ed erano sempre custodite da guardie, che presidiavano il territorio e in caso di pericolo inviavano segnali di fumo. Ambedue le fortificazioni sono in ottimo stato e, dalle loro terrazze, si può ammirare il panorama mozzafiato della vallata. Le potrete trovare alla fine della lunga salita per raggiungere i laghi di Cancano.

    Nella Bassa Valtellina, a Grosio, si trova il Parco delle incisioni rupestri. Questo parco è un museo a cielo aperto, dove si possono osservare diverse rocce coperte di incisioni del periodo preistorico; nell’area è stato costruito anche un piccolo museo che custodisce i ritrovamenti degli scavi. Il parco è sicuramente una meta che vale la pena visitare, soprattutto se viaggiate con bambini in età scolare, per unire così il divertimento alla cultura. Nei pressi troviamo anche i resti di altri due castelli: il Castello Nuovo e quello di Faustino.

    Il Parco Nazionale dello Stelvio

    Il Parco Nazionale dello Stelvio è uno dei parchi nazionali più antichi, istituito nel 1935 per tutelare la fauna e la flora del gruppo montuoso Ortles-Cevedale. Centinaia di chilometri di sentieri offrono la possibilità di organizzare escursioni di varia difficoltà avventurandosi anche sulle vecchie strade e mulattiere militari che raggiungono le alte quote, o di inoltrarsi lungo sentieri che portano dai boschi su fino ai ghiacciai. Sono stati aggiunti anche sei itinerari esperienziali sui luoghi della prima guerra mondiale, che permettono di visitare il parco in modo totalmente nuovo.

    Ultime notizie