Venerdì 25 giugno 2021

L’estate di Livigno: in bici, a piedi, sul lago o in shopping

Condividi

Sono il verde smeraldo dei prati e l’azzurro del cielo i colori che vestono l’estate di Livigno. Il Piccolo Tibet, come viene definito per la sua conformazione geografica di vasto altipiano sovrastato da vette sempre imbiancate e situato a un’altitudine di 1816 metri, da giugno fino all’autunno è un caleidoscopio di mille tonalità. I prati fioriti, i boschi di larice, abete rosso, cembro e pino mugo esaltano i profumi della flora alpina. LIVIGNO è incastonata tra il Parco Nazionale dello Stelvio e quello Nazionale Svizzero, su un crocevia di Passi alpini di rara bellezza che permettono di raggiungere facilmente la Valtellina,  l’Engadina e l’Alto Adige.
Non è raro incontrare nei boschi gli animali selvatici, soprattutto di primo mattino e alle prime luci della sera. Camosci e stambecchi, l’aquila reale e il giretto sono alcuni dei più avvistati e anche dei più fotografati.
Per chi ama le due ruote, LIVIGNO è quanto di meglio si possa scegliere. Dalle semplici pedalate sulle piste ciclabili che seguono la lunghezza del paese fino alle valli laterali, ai sentieri che si addicono di più a chi sceglie la mountain-bike. E in questo settore, negli ultimi anni, LIVIGNO è cresciuta esponenzialmente a partire dallo svolgimento dei Campionati Mondiali del 2005. Oggi ospita percorsi di downhill con la mtb, bike-park e strutture facili per avviare i bambini o chi vuole cimentarsi per le prime volte sulle “ruote grasse”.

Sostieni Valtellina Turismo Mobile
Pubblicità su Valtellinamobile.it
Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Lascia un commento

*

Ultime notizie