Giovedì 21 ottobre 2021

“L’Histoire du soldat” di Igor Stravinskij a Sondrio

Condividi

Venerdì 12 settembre all’Auditorium Torelli di Sondrio si terrà l’ultimo concerto dell’edizione 2014 del Festival LeAltreNote. Con la ripresa de L’Histoire du soldat di Igor Stravinskij (1882-1971) si concluderà una delle più innovative e dinamiche stagioni di musica da camera in Italia. «Nel centenario dallo scoppio della Prima Guerra mondiale, mentre altre guerre premono in questi giorni ai confini d’Europa, l’Histoire du soldat di Stravinskij non è una scelta casuale. E’ la storia di un ritorno dalla guerra, nata nel 1918 per essere rappresentata ovunque, con un piccolo teatro ambulante, nelle piazze di un’Europa dolorante che si stava riprendendo dal Grande Conflitto. Una fiaba colorata, grottesca e crudele, che ancora oggi sa parlarci e trasmetterci il proprio monito a non (s)vendere l’anima al diavolo» spiega Marina Cotelli, assessore alla Cultura del Comune di Sondrio. Un evento importante che non si presenta solo come un appuntamento con la musica e la cultura, ma vuole essere anche una lodevole occasione di solidarietà.
Durante l’Histoire du soldat, infatti, d’intesa con la Croce Rossa Provinciale, si attiverà una raccolta fondi in favore dei bambini leucemici. In particolare l’obiettivo è l’acquisto e la sistemazione di una nuova automobile necessaria a trasportare fuori provincia i bambini malati di leucemia. Con il supporto dell’Associazione Cancro primo Aiuto, che finanzierà il costo base dell’automezzo, la raccolta sosterrà il costo della versione diesel, della verniciatura con le scritte e i simboli della CRI e dell’allestimento interno. A questo proposito la Presidente della Croce Rossa, Giuliana Gualteroni, afferma «A nome e per conto di tutti i Volontari della CRI sono onorata di essere stata contattata dall’Associazione Le altre Note e ho dato subito il mio consenso al nostro coinvolgimento in questo evento di alta qualità. Ricordo che il primo Presidente nazionale della CRI fu il senatore valtellinese Cesare Guicciardi e la storia della Croce Rossa della provincia di Sondrio parte da lontano, il Comitato era già attivo al tempo della Prima Guerra Mondiale e ancora oggi è una presenza importante nelle nostre valli. Sentiamo quindi particolarmente la ricorrenza unitamente alle componenti del Corpo militare e delle Infermiere Volontarie, tuttora operanti in provincia».

Lascia un commento

*

Ultime notizie