Domenica 20 giugno 2021

Londra: i consorzi turistici ancora in campo

Condividi

Giunta ormai al decimo anno, la presenza continuativa del Consorzio Turistico di Sondrio e Valmalenco, del Consorzio per la promozione turistica della Valchiavenna, del Consorzio Turistico “Terziere Superiore”, ha consentito di maturare un positivo rapporto con gli Organizzatori della “Metro Ski & Snowboard Show”, fattore che si è rivelato vincente nella scelta della comune area promozionale: situata accanto ai maggiori stand delle maggiori stazioni europee come “Verbier”, “Tirolo”, “Maison de France”. Le postazioni presidiate dagli operatori valtellinesi hanno beneficiato del passaggio interessato, di giornalisti, oltre che degli appassionati della neve che apprezzano le numerose offerte proposte, che non passano di certo “inosservate” agli addetti ai lavori Britannici.
Una manifestazione che quest’anno ha incrementato il numero degli espositori Italiani (Piemonte, Valle d’Aosta, Dolomiti Superski, diverse stazioni Appenniniche Emiliane) con la presenza di grandi comprensori che hanno scelto Londra come vetrina primaria su un mercato che continua a dare segni d’ interesse per il mondo invernale.
E se si parla di Alpi italiane, i Consorzi mandamentali come sempre hanno confermato il loro ruolo di primi e attivi promotori del territorio.
Questi hanno congiuntamente valutato indispensabile la presenza delle stazioni rappresentate nel quadro della più ampia offerta della montagna lombarda, particolarmente appetibile per lo sciatore britannico grazie ai vantaggiosi e frequenti voli sull’aeroporto di Orio al Serio. Ecco che dunque la trasferta è stata anche occasione per affiancare gli operatori turistici delle Valli Bergamasche, presenti con le Camera di Commercio di Bergamo, e dei comprensori bresciani a completamento dell’offerta “neve” della Regione Lombardia.
L’iniziativa dei tre Consorzi mandamentali ha così presidiato un vuoto che avrebbe penalizzato sia nella percezione del pubblico, sia nelle possibili ricadute commerciali, i comprensori di Sondrio-Valmalenco, Valchiavenna, Tirano ed Aprica favore dei diretti “competitors” nazionali.
Questa operazione che potrebbe lasciare spazio a future evoluzioni, testimonia la volontà di ottimizzare gli investimenti promozionali in favore delle attività ricettive e dei territori rappresentati, necessaria soprattutto per rendersi sempre più visibile per il consumatore-turista, che oggi valuta con crescente oculatezza le proprie scelte e le proprie spese: ogni assenza può tramutarsi nell’estromissione di interi comprensori dalla gamma di potenziali scelte dei singoli viaggiatori, ma anche dei Tour Operator, con immaginabili effetti negativi.
Fonte: Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco

Ricevi le news di Valtellina Turismo Mobile su WhatsApp

Lascia un commento

*

Ultime notizie