Martedì 19 ottobre 2021

Manca il giusto equilibrio tra uomo e fauna selvatica

Condividi





È inutile fare convegni, dire belle parole sulla valorizzazione del territorio, sulla coltivazione di colture antiche tradizionali. Anche i pochi che fanno questo per passione (visto che il guadagno anche se la resa fosse massima è poco più di zero) , finiranno per smettere e nessuno lo farà più se i risultati sono sempre questi.
1.000 metri quadri di patate in parte rovinate
2.000 metri quadri di grano saraceno quasi totalmente rovinato e mangiato.
Campi totalmente recintati e con corrente elettrificata.
Non c’è giorno che non troviamo fili rotti o pali ribaltati.
Le soluzioni sono semplici o tutta questa biodiversità di colture e tradizioni andrà a sparire oppure ci vuole una gestione del territorio e degli animali selvatici consapevole.
È prassi vedere cervi di giorno in queste zone, immaginiamoci durante la notte.
Il territorio viene mantenuto e migliorato se c’è un giusto equilibrio tra uomo e fauna selvatica, è così e sempre lo sarà. E nessuno dei due può prevalere.
Fonte: Facebook.com/alrenc (Al Renc’ miele Bio di montagna – Valfurva)
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie