Venerdì 22 ottobre 2021

Martedì debutta il primo dei sei treni revampizzati Valtellina

Condividi

Livrea bianca e verde, la scritta ‘Valtellina’ al centro della fiancate delle carrozze e, subito a fianco, una stilizzazione delle montagne lombarde. Questo il ‘volto’ dei sei treni completamente revampizzati, che, da martedì prossimo ed entro ottobre, entreranno in servizio sulla Lecco-Colico-Sondrio Tirano e sulla Colico- Chiavenna. E, stamattina, l’assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilità Maurizio Del Tenno ha voluto verificare di persona com’è il primo treno che debutterà sulla tratta valtellinese.
“Un’altra risposta concreta – ha sintetizzato l’assessore – alle richieste dei nostri pendolari. Ci siamo presi l’impegno di rinnovare tutto il parco rotabile, è questa è più che mai una necessità. Quella della Valtellina, con i suoi 156 chilometri, è la tratta più lunga della Lombardia, eppure è quella sulla quale sono stati fatti meno investimenti. Dovevamo delle risposte. E questo, in attesa della consegna dei sei treni nuovi, è solo l’inizio”.
Gli interventi eseguiti hanno permesso di rimettere completamente a nuovo i convogli. Sono stati rifatti gli impianti di climatizzazione invernale ed estiva, quelli di illuminazione ed è stata introdotta la diffusione sonora. I servizi igienici, spesso distrutti e presi di mira, sono nuovi. I pavimenti sono stati ripuliti e lucidati, i sedili nuovamente imbottiti e le coperture tutte sostituite. L’assessore ha anche fatto notare come sia stato inoltre ricavato un vano, che, d’estate, potrà consentire il trasporto delle bici e, d’inverno, quello degli sci.
Gli interventi di revampizzazione hanno un costo di circa 450.000 euro, finanziato con 250.000 euro attraverso il progetto Interreg, di cui è capofila la Provincia di Sondrio.
Da ultimo l’assessore ha voluto fare appello a tutti i pendolari della tratta affinché sentano come loro i nuovi convogli. “Questi treni – ha sottolineato – non sono per i Valtellinesi, ma sono dei Valtellinesi. Mi auguro quindi che, soprattutto gli studenti, li trattino con rispetto e senso civico. E’ casa loro e, se così succederà, avremo l’occasione per fare poi nuovi investimenti per migliorare ancora il servizio”.
Fonte: Lombardia Notizie

Lascia un commento

*

Ultime notizie