Venerdì 30 luglio 2021

Martedì e mercoledì probabili deboli pioggie

Condividi

Alpe Entova ValmalencoL’espansione dell’anticiclone atlantico sull’Europa centrale favorirà a tratti l’afflusso di aria umida sulla nostra regione. Oggi cielo in prevalenza sereno, con qualche annuvolamento dal pomeriggio-sera. Il manto nevoso mantiene caratteristiche invernali oltre 2800 m nei versanti esposti a nord, con neve a debole coesione in superficie e ancora strati intermedi di cristalli angolari; alle altre esposizioni, in particolare quelle più soleggiate, la neve ha subito numerosi cicli di fusione e rigelo e presenta croste portanti in mattinata che si indeboliscono con il riscaldamento. Nella fascia altimetrica medio-alta i vecchi lastroni presenti sui versanti in ombra potranno essere staccati generalmente solo con forte sovraccarico, mentre nei pendii esposti a sud durante le ore più calde della giornata sono possibili scaricamenti e valanghe di neve bagnata sia spontanei che provocati. PERICOLO VALANGHE: 2 MODERATO su Retiche. 1 DEBOLE sui restanti settori. Il pericolo aumenta con il riscaldamento.
Martedì nuvolosità irregolare per tutto il giorno con locali addensamenti e possibilità di qualche breve piovasco pomeridiano sui settori centro orientali. Dal punto di vista nivologico i problemi principali saranno di nuovo il riscaldamento diurno e lo scarso rigelo che indeboliranno il manto nevoso alle quote intermedie (2200-2800 m). Nella fascia altimetrica medio-alta i vecchi lastroni presenti sui versanti in ombra potranno essere staccati solo con forte sovraccarico, mentre nei pendii esposti a sud durante le ore più calde della giornata saranno possibili scaricamenti e valanghe di neve bagnata sia spontanei che provocati. PERICOLO VALANGHE: 2 MODERATO su Retiche. 1 DEBOLE sui restanti settori. Il pericolo aumenta con il riscaldamento.
Mercoledì nella notte e al primo mattino cielo nuvoloso e possibili deboli precipitazioni sparse. Miglioramento nelle ore centrali e comparsa di qualche nuvola la sera. Dal punto di vista nivologico i problemi principali saranno ancora il riscaldamento diurno e lo scarso rigelo che indeboliranno il manto nevoso alle quote intermedie (2200-2800 m). Nella fascia altimetrica medio-alta i vecchi lastroni presenti sui versanti in ombra potranno essere staccati solo con forte sovraccarico, mentre nei pendii esposti a sud durante le ore più calde della giornata saranno possibili scaricamenti e valanghe di neve bagnata sia spontanei che provocati. PERICOLO VALANGHE: 2 MODERATO su Retiche. 1 DEBOLE sui restanti settori. Il pericolo aumenta con il riscaldamento.
Fonte: Arpa Lombardia 

Bollettino neve

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie