Sabato 31 luglio 2021

Martedì e mercoledì tempo instabile e possibile neve in quota

Condividi

Alpe CampeiL’avvicinarsi di una depressione attualmente presente sul Nord-Europa, associata a correnti umide Sud-occidentali, porterà ad un cedimento della pressione e di conseguenza ad un graduale peggioramento del tempo soprattutto durante la giornata di mercoledì. Oggi graduale aumento della nuvolosità: non si esclude la possibilità di prime debolissime precipitazioni. limite della neve intorno a 1900 metri di quota. Il manto nevoso si presenta ben rigelato e compatto su tutti i pendii a qualsiasi esposizione. Vecchi lastroni, ben individuabili e pertanto evitabili, possono essere staccati perlopiù con forte sovraccarico sui pendii più ripidi in quota. Con l’attività meteorologica prevista il manto nevoso non subirà significative variazioni a livello di stabilità. Considerata la debole attività eolica prevista, i nuovi esigui apporti di neve fresca tenderanno a consolidarsi rapidamente. L’ attività valanghiva spontanea sarà in genere da escludere. PERICOLO VALANGHE: 1 DEBOLE su tutti i settori.
Martedì cielo da nuvoloso a molto nuvoloso con deboli precipitazioni. Limite della neve al di sopra dei 1800 metri di quota dove sono previsti 5-10 cm di neve fresca. Rinforzo dei venti in serata. La nuova neve andrà a depositarsi su un manto nevoso caratterizzato da superfici lisce e compatte e sui versanti soleggiati anche su terreno scoperto. L’attività eolica prevista distribuirà in modo irregolare la neve fresca in prossimità di creste e dorsali, formando accumuli nelle zone sottovento, in canali e avvallamenti. Il distacco di fragili lastroni di neoformazione sarà possibile su alcuni pendii ripidi con debole sovraccarico. Saranno possibili scaricamenti e piccole valanghe anche a lastroni. PERICOLO VALANGHE: 2 MODERATO sui settori Retici e Adamello, 1 DEBOLE su Orobie e Prealpi.
Mercoledì cielo da molto nuvoloso a localmente coperto con precipitazioni, anche a carattere temporalesco, da moderate a localmente forti su Orobie Prealpi e Valchiavenna. Previsti da 40 a 70 cm di neve fresca al di sopra dei 2000 metri. Limite della neve intorno a 1500-1600 metri di quota. I nuovi apporti nevosi andranno a ricoprire un manto nevoso irregolarmente distribuito, con gli spessori maggiori in corrispondenza di conche e avvallamenti sottovento. La neve sarà ridistribuita dalla forte attività eolica prevista la quale determinerà la formazione di nuovi accumuli nelle zone preferenziali. I distacchi provocati saranno possibili con debole sovraccarico su molti pendii ripidi. Saranno possibili valanghe sia a debole coesione che a lastroni anche di medie dimensioni. PERICOLO VALANGHE: 3 MARCATO sui settori Retici, Adamello e Orobie Centrali, 2 MODERATO su settori Prealpini.
Fonte: Arpa Lombardia

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie