Lunedì 02 agosto 2021

Mercatino dell’usato nella storica frazione di Scarpatetti

Condividi

Scarpatetti 2011 009Visto il successo del primo appuntamento che si è tenuto a settembre, domenica 23 novembre dalle ore 8 alle 17 in piazza Quadrivio e via Scarpatetti a Sondrio si terrà la seconda edizione di ScarpaBellando.
Manifestazione organizzata dall’Associazione Culturale Scarpatetti, ScarpaBellando è un mercatino dell’usato che nasce con l’obiettivo di sensibilizzare al riuso delle cose e al riutilizzo degli oggetti, base di una nuova economia non più fondata su un concetto di consumismo estremizzato all’usa e getta, ma nella quale lo sfruttamento dei beni venga protratto fino all’effettiva usura. Con la voglia di credere che tutti gli oggetti possono avere una nuova vita e di insegnare alle nuove generazioni che il riuso e il non spreco sono gesti che rispettano anche l’ambiente ScarpaBellando è l’occasione per trasmettere questi valori, per socializzare e anche divertirsi.
Per chi desidera partecipare a ScarpaBellando si informa che è consentita la vendita, il baratto o lo scambio di tutte le merci di piccolo valore usate, vintage o modernariato, come ad esempio: abbigliamento, oggetti di casa, articoli sportivi, collezionismo, bigiotteria, libri, elettronica, piccoli elettrodomestici.
Nello specifico si intendono oggetti di modernariato tutti quei beni mobili prodotti in serie a livello industriale a partire dal secondo dopoguerra, che presentino caratteristiche di design tali da poter loro attribuire un contenuto artistico; si intendono oggetti usati tutti quei beni mobili che, subìto il loro naturale impiego, sono ancora più o meno suscettibili d’uso, appartengono ad una cultura o civiltà del passato anche recente e, normalmente, non sono più reperibili attraverso i normali canali commerciali.
È inoltre ammessa la vendita di particolari oggetti di bronzo, ferramenta, vetro e legno o altri materiali, inerenti all’attività di restauro. Non sono consentite l’esposizione e la vendita di cose nuove o di recente fabbricazione, anche artigianale, comprese le imitazioni di oggetti antichi.
La partecipazione è libera a tutti: i bambini possono partecipare gratis, mentre alle bancarelle si chiede un contributo di 10 euro.

Lascia un commento

*

Ultime notizie