Venerdì 07 maggio 2021

Mozione in Consiglio Regionale per elisoccorso h24 in Valtellina

Condividi





NEWS LOCALI
Mozione presentata l’8 aprile 2021 e che verrà discussa nel prossimo Consiglio Regionale della Lombardia.
Il trasporto mediante eliambulanza è più appropriato per il paziente e più competitivo rispetto al mezzo su gomma: in tutte le situazioni in cui il soccorso, il recupero e il trasporto del paziente da una zona difficilmente raggiungibile dai mezzi terrestri o da un’area impervia e ostile venga facilitato dall’impiego di un elicottero;
in tutte le situazioni in cui il mezzo di soccorso avanzato su ruota più vicino sia complessivamente meno competitivo rispetto all’elicottero, in situazioni cliniche di urgenza/emergenza;
in tutti i casi in cui è indicato un trasporto assistito il meno traumatico possibile;
l’elisoccorso, quindi, appare un mezzo fondamentale per poter intervenire rapidamente nelle zone montane e rafforzare la sanità di montagna che, per proprie caratteristiche, necessita di strumenti diversi rispetto agli altri territori;
in Lombardia sono attualmente in servizio 5 elicotteri che fanno riferimento alle basi di Sondrio, Como, Bergamo, Brescia e Milano, che dovrebbero coprire in modo adeguato tutto il territorio regionale svolgendo sia attività diurna che attività notturna (due su cinque elicotteri alternandosi nei diversi periodi dell’anno);
le cronache segnalano gravi ritardi degli elisoccorsi che, a volte, sfociano in tragedie, poiché i tempi di intervento sono fondamentali per poter assicurare un reale soccorso e salvare delle vite;
la cronaca segnala episodi in cui l’elisoccorso operante nelle province di Como e Brescia, abilitato al volo notturno dovrebbe soccorrere in zona di Alta Valtellina, poiché l’elicottero della provincia di Sondrio dopo le ore 20, per una questione legata al personale, non è più in servizio;
in aggiunta al problema della mancanza di intervento dell’elisoccorso, dalle ore 20 alle ore 8 in Alta Valtellina risulta non esservi alcun medico disponibile per le emergenze e, nel caso in cui gli operatori sanitari dell’ambulanza ne ravvisino la necessità, il medico deve sopraggiungere sul posto dall’ospedale di Sondrio con un’automedica, dilatando ulteriormente i tempi di intervento;
impegna la Giunta e l’Assessore competente:
a garantire l’operatività h24 dell’Elisoccorso della base di Sondrio e a provvedere alla carenza di personale preposto a tale servizio sia per la base di Sondrio che per le altre basi regionali, attraverso reclutamento di nuovo personale;
a provvedere, altresì, al reclutamento di personale medico per le emergenze in Alta Valtellina e in tutte le aree montane svantaggiate, che possa essere reperibile quotidianamente ad ogni ora del giorno e della notte.
Le altre news di oggi
Ricevi le news su WhatsApp




Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie