Mercoledì 28 luglio 2021

Mozziconi in bottiglia, Bormio intrappola le cattive abitudini

Condividi

Si chiama “Mozziconi in bottiglia: libera l’ambiente e intrappola le cattive abitudini!” ed è la nuova iniziativa promossa dal Comune di Bormio unitamente a Biblioteca civica di Bormio, Parco Nazionale dello Stelvio, Legambiente Bormio e Sanpellegrino Spa- Stabilimento Levissima. Scopo di questa iniziativa, che invita i cittadini a ripulire Bormio dai mozziconi delle sigarette che ancora troppo spesso vengono gettati a terra, è portare l’attenzione sull’ambiente e di far riflettere tutti sulla leggerezza di certe azioni che nel loro complesso danneggiano anche l’immagine del paese. Mozziconi in bottiglia prevede che i partecipanti raccolgano pochi “litri” di mozziconi liberando in tal modo piazze, strade e marciapiedi del paese; consegnando le bottiglie riempite con l’inusuale contenuto alla biblioteca di Bormio si riceverà in cambio un biglietto della pesca di beneficenza organizzata da Legambiente che si terrà il 3 gennaio 2015 dalle ore 18 presso la sala della Banca Popolare di Bormio. Naturalmente le bottiglie contenenti i mozziconi verranno aperte e svuotate per consentire il riciclo della plastica. Bottiglie e guanti, indispensabili per effettuare la raccolta, saranno messi in distribuzione presso la biblioteca di Bormio. Certamente Bormio non è l’unico paese che si trova ad affrontare il problema dei mozziconi a terra. Un recente studio dell’Università di Firenze denuncia che ogni anno in Italia vengono rilasciati in ambiente circa 72 miliardi di mozziconi; le cicche di sigaretta rappresentano da sole il 50% dei rifiuti mondiali raccolti nelle aree urbane (parchi, strade) e il 40% di quelli raccolti nel Mar Mediterraneo. Ciò che più preoccupa è la diffusa indifferenza nei confronti di questa cattiva abitudine: diverse indagini hanno evidenziato come il mozzicone venga visto, da fumatori e non, come un rifiuto ambientale relativamente accettabile. Purtroppo, una volta gettati a terra, i mozziconi vengono rimossi con difficoltà: la loro raccolta è ostacolata dal fatto che si incastrano ovunque e le spazzole dei mezzi meccanici per la pulizia delle strade non riescono ad asportarli; a ciò si aggiunge il lungo periodo di degradazione che può arrivare a una decina d’anni. Mozziconi in bottiglia, iniziativa sicuramente originale, si va ad aggiungere ad altri eventi messi in campo dall’Amministrazione comunale a favore dell’ambiente. Basti pensare al Piedibus, alla Giornata degli Alberi che negli ultimi anni ha coinvolto la scuola primaria, la giornata del verde pulito che mercoledì 4 aprile 2014 ha visto coinvolti, a fianco del Comune di Bormio e del Parco Nazionale dello Stelvio, i bambini e i ragazzi della scuola primaria e secondaria di primo grado dell’Istituto comprensivo Martino Anzi e dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia, Legambiente Bormio e Rotary club Bormio. Tutte proposte che intendono invitare all’osservazione e al rispetto dell’ambiente soprattutto le generazioni più giovani, sicuramente più ricettive e vettori di buone abitudini nei confronti degli adulti.

  1. Peri Savii Rispondi

    Il problema dei Mozziconi è Mondiale, ma nasce dalla mancanza di Senso Civico della maggioranza della Popolazione, poi c’è anche il Problema che tutti i Comuni sottovalutano il Problema, forse con Ordinanze che obblighino tutti gli Esercizi Commerciali e della Ristorazione a posizionare all’estero dei Posaceneri, ma già che visto l’andazzo che sta Degenerando nel nostro Paese, forse ci vorrà qualche Permesso Speciale, o qualche tassa, se no Arriva il solito Agente con voglia di Notorietà e di Carriera, e succederà come la Contravvenzione per la Ciotola con l’acqua per abbeverare i Cani ???

Lascia un commento

*

Ultime notizie