Lunedì 25 ottobre 2021

Mysticfreeride Safety Camp a Madesimo: investi in sicurezza!

Condividi

La carovana del Mysticfreeride Safety Camp prosegue il suo fortunato tour attraverso le migliori località dell’arco alpino raggiungendo Madesimo il 22/23 Febbraio 2014.
Madesimo, conosciuto agli amanti del fuoripista per il mitico Canalone, luogo di numerose competizioni di Freeride e soprattutto la bellezza della Val di Lei, è sempre più attenta alla promozione della sicurezza per i praticanti di attività outdoor in alta montagna. Monitoraggio, prevenzione, informazioni critiche sono i lavori messi in atto dal comprensorio per rendere l’attività più sicura, non solo per gli sciatori, ma anche alpinisti, ciaspolatori e utilizzatori di motoslitte che da Madesimo possono velocemente raggiungere luoghi di rara bellezza.
Ma dietro a tanta bellezza si cela sempre il rischio di valanghe. E’ fondamentale conoscerlo, prendere le dovute precauzioni per evitarlo, saper leggere i messaggi che la montagna da e non muoversi accecati dalla candore della neve.
Nato nel 2009 con lo scopo di diffondere al pubblico non professionista le nozioni base di sicurezza per la pratica del Freeride, il progetto Mysticfreeride Safety Camp unisce le specifiche conoscenze delle Guide Alpine Italiane all’esperienza sul campo degli atleti di Mysticfreeride.
Se infatti cresce di anno in anno il numero di frequentatori dell’ambiente montano non controllato (fuori pista), purtroppo è ancora insufficiente la diffusione delle fondamentali conoscenze indispensabili per poter parlare di Freeride in sicurezza.
A questo scopo, Mysticfreeride Safety Camp sono stati studiati sulle esigenze del Freeride e si sviluppa in “weekend didattici” durante i quali mentre si va alla scoperta dei più bei comprensori delle Alpi accompagnati da Guide Alpine e atleti, si apprendono le principali nozioni pratiche e teoriche.
Ogni Camp ha la durata di due giorni, durante i quali vengono analizzate tutte le variabili più importanti per la preparazione di una discesa fuori pista e vengono al contempo analizzati i punti critici di sicurezza, per ridurre al minimo i fattori di rischio.
I partecipanti apprenderanno le nozioni di analisi del rischio per la valutazione del terreno e del manto nevoso, le procedure di autosoccorso in valanga, la ricerca con l’A.R.T.V.A, l’utilizzo di sonda e pala, il corretto utilizzo di una corda per superare in sicurezza i tratti di terreno pericolosi, le tecniche per percorrere i tratti di pendio ripidi assicurati, nonchè le nozioni tecniche di sci fuoripista.
Il corso è rivolto ad alpinisti, sciatori e snowboarder con buona tecnica acquisita in pista, in grado di gestire curve semplici in fuoripista e con una preparazione fisica in grado di poter camminare in quota fino a un paio di ore.
Le classi saranno necessariamente a numero chiuso, divise in base al livello tecnico dei partecipanti.
E’ prevista la presenza di 1 guida ed un atleta ogni massimo 6 rider per gruppo.
Al Camp sarà affiancato l’allestimento del Village Demo Test dove il pubblico potrà provare gratuitamente i nuovi prodotti messi a disposizione da Scott, Movement, K2 ed Armada, oltre alle telecamere Midland
I corsisti avranno diritto di prelazione sulla scelta degli sci e non avranno limiti di tempo nell’utilizzo delle attrezzature.

Lascia un commento

*

Ultime notizie