Giovedì 18 luglio 2019

Nessuna novità per la provinciale 29 in Valfurva

Condividi

Nella giornata di oggi si è tenuto presso la Prefettura di Sondrio un nuovo incontro del C.C.S. in relazione all’evoluzione della fase di allerta per elevata criticità del Piano di Protezione civile per la frana del Ruinon. Al momento, non è stato possibile modificare i provvedimenti precedentemente assunti come segue.
Salvo eventi imprevedibili, sarà consentito il transito veicolare nel tratto della strada provinciale 29 S. Antonio – S. Caterina Valfurva solo nelle due finestre di apertura con orario dalle ore 7 alle ore 10 e dalle ore 18 alle ore 21. Durante tale fascia oraria sarà effettuato un costante e continuo monitoraggio visivo con due presidi a monte e a valle da parte della Protezione civile coordinata dalla Polizia Locale di Valfurva. In tale tratto della SP 29 è vietato il passaggio pedonale, la fermata e la sosta dei veicoli che dovranno tenere un’adeguata distanza di sicurezza. Negli altri orari e quindi dalle ore 10 alle 18 e dalle 21 alle 7 rimane in vigore la chiusura al traffico veicolare e pedonale (anche a biciclette e motoveicoli). Si precisa che il passo Gavia è aperto in entrambe le direzioni da Ponte di Legno fino a S. Caterina Valfurva, dalla quale non è possibile proseguire sulla strada provinciale 29 in direzione Bormio e successivamente Sondrio-Lecco-Milano o Passo Stelvio o Livigno, se non negli orari di apertura consentiti sopra indicati.
La pista forestale d’emergenza che collega la frazione di S. Caterina a S. Antonio è transitabile solo dagli autorizzati per esigenze inderogabili e con mezzi idonei a trazione integrale. Alloggiati e/o proprietari di seconde case non possono transitare (ordinanza n. 19 del 25.6.2019 del Sindaco di Valfurva).
NAVETTE. Il servizio di navetta gratuito sulla pista d’emergenza, mediante N.C.C. già precedentemente istituito, sarà effettuato, salvo eventi imprevedibili, nella sola fascia oraria 11-17 per far fronte alle sole esigenze urgenti (approvvigionamento di generi di prima necessità e medicinali, assistenza medica o sanitaria ad esempio per i lavoratori e residenti in S. Caterina, sprovvisti di mezzi idonei al transito). Il servizio con mezzi fuoristrada, a trazione integrale, massimo 8 posti prevede esclusivamente una corsa, ogni ora circa, con partenza da entrambe le direzioni (S. Antonio Ponte di Clus Presidio p.c. e da S. Caterina angolo Sport Hotel). Solo in via secondaria e senza nessuna garanzia di qualità della prestazione potranno usufruire di questo servizio anche altri utenti, fino al completo carico del fuoristrada. Non sono previste corse aggiuntive, se non per far fronte a situazioni inderogabili di assoluta necessità.
Fonte: Polizia Locale Valfurva

News su WhatsApp e Telegram
Viabilità
Eventi
Meteo
Webcam
Pubblicità

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie