Venerdì 26 novembre 2021

Orgoglio degli operatori e fierezza dell’Unione del Commercio e Turismo

Condividi

Iniziativa per sottolineare l’importante ruolo delle attività del terziario come contraltare a una politica che bistratta le imprese.

Orgoglio e fierezza sono le due parole chiave dell’iniziativa dell’Unione del Commercio e del Turismo per sottolineare l’importante ruolo delle attività del terziario in Valtellina e Valchiavenna. Orgogliosi da un lato gli operatori di esercitare la propria attività, fiera l’Unione dall’altro di rappresentarli.

Nel momento in cui l’emergenza sanitaria è ancora acuta e restano pertanto gravissime le ripercussioni anche sul mondo economico costretto a chiusure e pesanti restrizioni, le categorie del mondo del Commercio, del Turismo e dei Servizi sono determinate nel far sentire la propria presenza e nel dare un segnale della loro voglia di tornare il prima possibile a essere la linfa vitale della nostra socialità e della nostra economia, in antitesi all’atteggiamento del Governo che invece dimostra di trattare gli imprenditori come l’ultima ruota del carro.

Da qui è nata l’idea di proporre un’iniziativa di promozione e valorizzazione mirata, consistente nella messa in onda giornaliera di 17 spot radiofonici, ciascuno di 10’’ e dedicato a una specifica categoria del commercio e del mondo dell’accoglienza, nelle fasce orarie di maggior ascolto, dalla mattina alle 7 alla sera alle 20, per un periodo di 15 giorni a partire dal 25 gennaio.

La campagna avrà un’eco anche sui social e verrà veicolata su Facebook, Linkedin e Twitter.

«Le imprese stanno attraversando una fase durissima – sottolinea la presidente dell’Unione del Commercio e del Turismo Loretta Credaro – e stanno dando prova di una grande determinazione nell’affrontare la crisi epocale in atto. Non nascondo che le difficoltà sono enormi e il grido di allarme che ci giunge dalle nostre categorie è sempre più drammatico. In questa fase così dura, sono tanti i pensieri che si alternano nella mente dei nostri operatori e tra di essi spicca un forte orgoglio per il proprio lavoro, fatto di attaccamento, dedizione e sacrifici, e tanta voglia di fare malgrado le avversità. L’Unione ha pertanto deciso di dare voce a questo sentimento di riscatto e di rafforzarlo, ponendo l’accento sulla propria fierezza nel rappresentare le numerose realtà che ruotano attorno al mondo del Commercio, del Turismo e dei Servizi. Certo questa pandemia sta colpendo la salute non solo delle persone ma anche delle imprese e ciò rappresenta un’indubbia criticità, ma siamo sicuri che insieme sapremo reagire e cogliere le opportunità che si presenteranno nel post emergenza sanitaria».

La voglia di essere propositivi si evince dai messaggi veicolati dagli spot. A parlare sono i singoli operatori – dal titolare di agenzia di viaggio, al negoziante di abbigliamento, dal pubblico esercente, all’albergatore, al rifugista, al ristoratore, all’autotrasportatore, dall’estetista, al panificatore, al commerciante di frutta e verdura, all’alimentarista, dall’agente di commercio, a chi si occupa di servizi alle imprese, agli edicolanti, agli ambulanti e via dicendo – che si presentano specificando la loro professione e sottolineando il proprio orgoglio nell’esercitarla.

“L’Unione del Commercio e del Turismo di Sondrio è fiera di essere con te”, così si chiude lo spot, in segno di vicinanza da parte dell’associazione, consapevole di rappresentare tanti piccoli imprenditori che uniti formano la colonna portante della nostra economia valligiana.

Le altre news di oggi
Ricevi le news su WhatsApp
Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie