Martedì 22 giugno 2021

Paesi dove, anche in pandemia, conoscono valore e significato dello sport

Condividi





Se in Italia avessimo ministri così, forse a quest’ora lo sport, almeno quello all’aria aperta, non sarebbe vietato, ma incentivato, come accade nella vicina Austria. Forse molti non sanno chi è Sebastian Kurz, lascio perdere l’uomo politico. Ognuno ha le sue idee e i suoi valori, parlo più per la persona che è vicina alle mie passioni. Kurz è cancelliere della Repubblica Austriaca (in pratica il Presidente il Consiglio se fossimo in Italia), è anche il più giovane cancelliere della storia dell’Austria, avendo solo 36 anni, ne aveva solo 31 quando prese il controllo della nazione. Fin da ragazzino è un grande appassionato di sport all’aria aperta e soprattutto di montagna, pratica alpinismo, escursionismo, arrampicata e scialpinismo da molti anni ormai. Certo non farebbe differenza che sport si pratica, se di squadra o individuale, se al mare o in montagna, ma mi piacerebbe tanto avere al governo qualcuno che sappia veramente il significato della parola sport, con tutti i benefici che può portare. In Austria non è mai stato vietato praticare sport all’aria aperta, anche se in forma individuale, ma è sempre stato possibile spostarsi nella nazione per questo scopo, forse proprio perché c’è un primo ministro che sa perfettamente cosa significa per i cittadini questa potente arma per corpo e mente. A Roma questo genere di persone purtroppo non le abbiamo, questa pandemia lo sta ampiamente dimostrando, ma tranquilli, al mare sul lettino a prendere il sole andremo, ne sono certo.
Marco Trezzi
Le altre news di oggi
Ricevi le news su WhatsApp




Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie