Mercoledì 23 giugno 2021

Pian di Gembro in un libro

Condividi

Non esisteva una pubblicazione che trattasse l’altopiano di Pian di Gembro a 360°. A colmare la lacuna ha pensato Ivan Monti, con il suo Uno Scrigno chiamato Pian di Gembro. Situata a 1350 metri d’altitudine, a poche centinaia di metri dal Passo di Aprica, la Riserva Naturale Botanica di Pian di Gembro è  nota ai più per alcune caratteristiche che negli ultimi decenni l’hanno resa famosa ed apprezzata.
La torbiera, prima di tutto: naturale evoluzione di quel lago che la simultanea convergenza di ben tre ghiacciai aveva creato. Tuttavia, la caratteristica più suggestiva per il visitatore medio è l’inquietante presenza di piante carnivore, in grado però d’intrappolare solo piccoli insetti. Seguono i voli radenti di variopinte libellule, la voga dei germani reali, il frastuono delle rane, le belle fioriture palustri, la pesca dell’airone cenerino, ecc. Non ultimo aspetto d’interesse dell’area, per nulla in conflitto con il pregevole ambiente naturale, è quello sportivo. Una spessa coltre di neve, infatti, copre d’inverno il gran numero di specie vegetali, trasformando Pian di Gembro in una quieta arena per la pratica dello sci di fondo, che gode di un grande paesaggio.

Sostieni Valtellina Turismo Mobile
Pubblicità su Valtellinamobile.it
Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Lascia un commento

*

Ultime notizie