Lunedì 29 novembre 2021

Premio Madesimo a Leo Turrini e Corrado Fabi

Condividi

“C’era un ragazzo chiamato Ayrton” – Il giornalista Leo Turrini e l’ex pilota Corrado Fabi raccontano la F1 dei sogni, venerdì 1° agosto, ore 18, Sala Convegni di Madesimo.
Omaggio a Senna nel ventennale della scomparsa, ma non solo, venerdì primo agosto a Madesimo. Il Premio dedica il primo appuntamento della rassegna agostana alla F1, invitando un suo interprete e un suo narratore. Il calice in pietra ollare del “Premio Madesimo” che dal 1996 premia giornalisti, scrittori e personaggi di spicco del panorama italiano verrà consegnato al giornalista Leonildo “Leo” Turrini (1960) considerato uno dei maggiori esperti di questo sport, che presenterà il suo ultimo libro “Senna. In viaggio con Ayrton”(Imprimatur, 2014) e all’ex pilota di Formula Uno Corrado Fabi (1961), oggi alla guida di un’importante multinazionale, terza al mondo nel settore estrattivo del talco.
Fabi inizia la sua carriera nel mondo delle corse a 12 anni su un kart e nel 1973 si laurea campione europeo a squadre. Nel 1979 fa qualche gara in Formula 3 Italia e nel 1980 è terzo nel Campionato Europeo con una March Alfa Romeo. Nel 1981 è terzo nel campionato europeo di Formula 2 e l’anno successivo campione. Nel 1982 partecipa al Campionato del mondo di Formula 1 con l’Osella. L’anno dopo gareggia con la Brabham BT43 in sostituzione del fratello Teo ed ottiene un settimo posto nel Gran Premio di Dallas. Dopo il 1984 corre un breve periodo nella Champ Car prima di ritirarsi in maniera definitiva dal mondo delle corse per la morte del padre al quale subentra nella IMI Fabi spa, industria leader nel settore minerario.Ha ricoperto anche la carica di presidente di Confindustria Sondrio.
Leo Turrini segue da anni i grandi dello sport per i quotidiani il Resto del Carlino, La Nazione e Il Giorno e per testate televisive. Se della Formula Uno è considerato un guru, si occupa anche di calcio (grande tifoso dell’Inter), ciclismo e soprattutto pallavolo (è direttore del mensile SuperVolley dal 1994) oltre che musica, cinema e costume. Amico di grandi campioni dello sport come Alberto Tomba, Ayrton Senna, Lorenzo Bernardi, Fabio Vullo, Julio Velasco e Gian Paolo Montali. È spesso ospite di trasmissioni sportive sulle reti nazionali. Nel 1993 ha vinto il premio letterario “Dino Ferrari”. È dotato di un vivace senso dell’umorismo, tant’è che nel libro “cult” Quel gran pezzo dell’Emilia (Mondadori, 2004), Edmondo Berselli ha definito l’emilianissimo Turrini «il più grande narratore orale italiano». Tra le sue pubblicazioni: Alberto Tomba. Il romanzo di un fuoriclasse, scritto con Alberto Tomba, (Vallardi, 1992);Emozioni. Lucio Battisti: vita, mito, note, scritto con Tullio Lauro, (Zelig, 1995);Enzo Ferrari. Un eroe italiano (Mondadori, 2002);Bartali. L’uomo che salvò l’Italia pedalando (Mondadori, 2004);Schumacher. La leggenda di un uomo normale (Mondadori, 2005);Ma chi ti ha dato la patente?, scritto con Giancarlo Fisichella, (Mondadori, 2006);Pazza Inter. Cento anni di una squadra da amare (Mondadori, 2007);Ferrari, mio padre, scritto con Piero Ferrari, (Aliberti editore, 2007); Battisti. La vita, le canzoni, il mistero, (Mondadori, 2008);Il pirata e il cowboy. Pantani e Armstrong, le storie maledette, (Imprimatur, 2013);Schumacher. La leggenda di un uomo normale, (Mondadori, 2014); Senna. In viaggio con Ayrton (Imprimatur, 2014).
La serata del Premio Madesimo si terrà a partire dalle 18 al centro congressi. Modera Antonia Marsetti de La Provincia di Sondrio
Info: Consorzio Turistico di Madesimo

Lascia un commento

*

Ultime notizie