Lunedì 02 agosto 2021

Presentata la discesa libera di Coppa del Mondo di S. Caterina Valfurva

Condividi

“Dopo la rinuncia di Bormio, grazie a un grande lavoro di squadra, siamo riusciti a mantenere in Lombardia la gara della Coppa del mondo di sci. E’ un risultato importante. La Lombardia si conferma Regione di eccellenza anche negli sport invernali”. Lo ha detto il Presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, che questa mattina insieme all’assessore allo Sport e Politiche per i giovani, Antonio Rossi, ha presentato la gara di Coppa del Mondo di discesa libera maschile (che si terrà il prossimo 28 dicembre a Santa Caterina Valfurva) e la 21esima edizione del ‘Memorial Walter Fontana’, la manifestazione rivolta alle giovani leve dello sci che si svolge su varie discipline e che richiama atleti da tutto il mondo, organizzata da ‘Cancro Primo Aiuto Onlus’, associazione di sostegno ai malati oncologici, che nel corso dell’evento raccoglierà fondi per le sue attività di assistenza.
“L’Alta Valtellina – ha ricordato il governatore – ha sempre puntato sullo sport di qualità, che ha anche importanti ricadute positive sul turismo. Come Regione, oltre all’orgoglio di avere sul nostro territorio una gara di Coppa del mondo, ci siamo impegnati per questo risultato, perché era davvero difficile pensare che rinunciare a questo evento sarebbe stato più utile alla Valle e agli operatori che non ospitarla. Certo, un happening di questa portata potrà causare qualche disagio logistico, ma è un richiamo fortissimo e, non a caso, ci sono molti Paesi che si candidano per averla. Rinunciarci, sarebbe stato un suicidio. Vogliamo continuare in questo impegno per far rimanere la Coppa del mondo di sci anche nei prossimi anni”.
“Diamo il via a una serie di eventi molto importanti per la Lombardia, la Valtellina e tutto il territorio montano. Per noi è fondamentale tutto ciò che riguarda la montagna, perché ci sono interi settori e molte persone che vivono legati ad essa: non solo atleti, allenatori e dirigenti ma anche tutto ciò che è legato al turismo e, in particolare, albergatori e gestori degli impianti”. Lo ha detto l’assessore
allo Sport e Politiche per i Giovani Antonio Rossi. “Proprio sui problemi legati agli impianti – ha ricordato l’assessore – con la Provincia di Sondrio abbiamo avviato un progetto pilota per risolvere tutte le questioni”.
“Abbiamo fortemente voluto – ha detto ancora l’assessore – mantenere la gara mondiale in Lombardia. La rinuncia di Bormio rappresentava un grosso problema, ma per fortuna Santa Caterina era pronta, altrimenti si sarebbe persa la tappa italiana del circuito, non solo la gara in Lombardia, perché non ci sono tante piste in Italia per la discesa libera”. “Mi fa molto piacere – ha concluso Rossi – anche dare visibilità al ‘Memorial Fontana’, al quale partecipano atleti da 30 nazioni. Inoltre, ci saranno le gare di sci di fondo e gli appuntamenti per i bambini. Insomma, tanti eventi per promuovere il territorio e far fare sport ai ragazzi. Questo è fondamentale”.

Lascia un commento

*

Ultime notizie