Sabato 23 ottobre 2021

Presentati al Vinitaly i pacchetti week end per l’enoturismo

Condividi

Sulle tracce dei prelibati rossi di Valtellina, prodotti in una delle aree vitate terrazzate più ampie d’Europa celebrata nelle ‘Rupi del vino’ del maestro Olmi, per andare alla scoperta di un territorio affascinante, scrigno di eccellenze agroalimentari, bellezze ambientali e naturalistiche impareggiabili, suggestivi itinerari storico-culturali e attrazioni sportive declinate nelle più svariate discipline.
Quando il vino di qualità diventa veicolo per fare esperienza di una destinazione turistica. Il Vinitaly di Verona, dove le prestigiose etichette di Valtellina faranno bella mostra di sé fino al 9 aprile davanti a un pubblico internazionale di intenditori, è stato scelto come ‘vetrina’ per il debutto dei primi pacchetti di ‘wine tourism’ targati Valtellina. Una proposta inedita che, realizzata per iniziativa del Consorzio Tutela Vini di Valtellina e della Strada dei Vini Valtellina attraverso l’apporto tecnico-operativo di Valtellina Turismo, intende trasmettere il segnale forte di un territorio unito e dalla spiccata identità, che vuole cogliere l’opportunità offerta da un prodotto dal pregio riconosciuto, come il vino valtellinese, per suscitare interesse, implementare la cultura dell’accoglienza e attrarre un numero sempre più ampio di visitatori.
Ospite nello spazio del Consorzio Tutela Vini Valtellina (presente nel Padiglione Lombardia, stand ABCD1) per tutta la durata del Vinitaly, Valtellina Turismo nella giornata di oggi, lunedì 7 aprile, ha accolto nell’area vip la stampa enogastronomica specializzata per illustrare itinerari e pacchetti turistici dedicati al ‘wine tourism’ in Valtellina. L’incontro ha avuto luogo nella piacevole cornice di una degustazione dei nostri migliori vini accompagnati da assaggi di deliziosi piatti della tradizione preparati con maestria dagli chef valtellinesi presenti alla manifestazione.
Da Chiavenna a Morbegno, passando per le strade del Maroggia, del Sassella del Grumello e dell’Inferno, e, addentrandoci nel cuore della Valle, lungo la strada del Valgella per arrivare a Tirano.
«L’interesse per il wine tourism – ha dichiarato la presidente di Valtellina Turismo Giovanna Muscetti – sta crescendo sul mercato sia italiano sia estero, non solo nei paesi del Nord Europa, in particolare Svezia, Norvegia, Danimarca, Olanda, Nord Germania, ma anche negli Stati Uniti. È dunque con piacere che abbiamo accolto la proposta di collaborazione del Consorzio Tutela Vini di Valtellina e della Strada dei Vini Valtellina realizzando questi primi ‘pacchetti’ che entro l’estate saranno implementati e arricchiti da ulteriori proposte».
Fonte: Ufficio stampa

Lascia un commento

*

Ultime notizie