Martedì 20 aprile 2021

Previsioni meteo fino a mercoledì

Condividi





Previsioni meteo Arpa Lombardia
Bollettino 19 aprile

La depressione sull’Europa orientale convoglia aria umida e leggermente instabile sulla nostra regione. Oggi, su tutti i settori, nuvolosità variabile a tratti estesa, con possibili isolati rovesci nel pomeriggio su Prealpi ed Orobie e limite delle nevicate oltre i 1800 metri. Gli strati superficiali del manto nevoso sono costituiti da neve recente in progressiva fase di assestamento e consolidamento; questi poggiano su un manto nevoso vecchio generalmente consolidato e con superfici dure e solcate. Oltre il limite boschivo sono presenti accumuli nelle zone sottovento (canali, avvallamenti, pendii in prossimità di creste e dorsali). L’attività valanghiva spontanea è riconducibile prevalentemente a scaricamenti e distacchi a debole coesione di neve umida o bagnata sui versanti meridionali, mentre sui pendii settentrionali più in quota è ancora possibile provocare distacchi di lastroni localmente anche con debole sovraccarico.




Previsioni martedì 20 aprile.Cielo poco nuvoloso al mattino, nel pomeriggio aumento della nuvolosità con possibili ma isolati deboli piovaschi. Continuano i processi di assestamento e consolidamento degli strati superficiali del manto nevoso; nelle zone sottovento sono presenti recenti accumuli in canali, avvallamenti e su pendii in prossimità di creste e dorsali. L’attività valanghiva spontanea sarà poco probabile e riconducibile prevalentemente a scaricamenti e distacchi a debole coesione, mentre rimane ancora la possibilità di provocare distacchi di lastroni localmente anche con debole sovraccarico.




Previsioni mercoledì 21 aprile. Cielo da nuvoloso a molto nuvoloso fin dal mattino, con poche schiarite. Su tutti i settori precipitazioni intermittenti, anche a carattere di rovescio, con limite delle nevicate oltre i 1800 metri. Le nuove deboli precipitazioni andranno ad incrementare e mascherare i lastroni presenti in canali, avvallamenti e su pendii in prossimità di creste e dorsali. L’attività valanghiva spontanea sarà poco probabile e riconducibile prevalentemente a scaricamenti e distacchi a debole coesione,mentre rimane ancora la possibilità di provocare distacchi di lastroni localmente anche con debole sovraccarico
Le news di oggi
Ricevi le news su WhatsApp




Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie