Domenica 01 agosto 2021

Protezione civile: situazione maltempo in Valtellina e Lombardia

Condividi

Il Centro funzionale Monitoraggio rischi naturali di Regione Lombardia ha emesso l’Avviso di Criticità regionale n.144.
Nella giornata di giovedì 13 novembre si sono avute precipitazioni deboli sparse nella notte e al primo mattino (fino a 20 mm sulla bassa pianura centro-orientale), poi assenti o poco significative.
Nel corso della giornata di venerdì 14 è atteso il graduale afflusso in quota di correnti da sud-ovest associate all’avvicinamento di una marcata struttura depressionaria atlantica, con precipitazioni sparse e in prevalenza deboli sui settori occidentali dalla tarda serata e nella successiva notte di sabato 15.
Rapida estensione dei fenomeni da ovest a est in mattinata, più diffusi e in intensificazione dalle ore centrali. In serata ancora precipitazioni diffuse su Alpi, Prealpi e alta pianura, in attenuazione altrove. Ovunque possibilità di rovesci, specie in serata. Limite neve mediamente sopra i 1500 metri circa.
Intensificazione della ventilazione a tutte le quote, da est in pianura e da sud in montagna. Domenica 16, nella notte e al mattino ancora precipitazioni deboli o localmente moderate, più probabili su fascia alpina e prealpina; in seguito assenti o poco significative. Nel corso di lunedì 17, probabili ulteriori
precipitazioni, anche se al momento non particolarmente intense, per il passaggio di una nuova perturbazione.
GLI SCENARI E I LIVELLI DI ALLERTAMENTO
Nella zona A (Alta Valtellina) CRITICITÀ MODERATA con possibili rischi di natura idrogeologica e idraulica con decorrenza dalle ore 00 del 15 novembre fino a revoca. Analogo discorso per la zona B (medio-bassa Valtellina)
CRITICITÀ MODERATA e possibili rischi idrogeologici e idraulici e decorrenza dalle 00 del 15 novembre fino a revoca. Nella zona omogenea C (Nordovest, con interessamento delle province di Como, Lecco, Sondrio e Varese) ELEVATA CRITICITÀ con rischio idrogeologico e idraulico confermata.
Per la pianura occidentale delle province di Bergamo, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Monza e Brianza, Milano, Pavia e Varese), ovvero la zona D, ELEVATA CRITICITÀ con rischio idraulico a decorrere dalle ore 00 del 15 novembre.
La zona E dell’Oltrepò Pavese (provincia di Pavia) CRITICITÀ MODERATA per rischio idraulico delle ore 00 del 15 novembre e idrogeologico, sempre dal 15 novembre, fino a revoca.
Per la pianura orientale, zona F, che coinvolge le province di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova, ELEVATA CRITICITÀ per rischio idraulico a partire dalle ore 00 del 15 novembre.
L’area del Garda e della Vallecamonica, identificata con la lettera G e interessante le province di Bergamo e Brescia, ha MODERATA CRITICITÀ per rischio idrogeologico dalla mezzanotte del 15 novembre e, per la stessa data, MODERATA CRITICITÀ per rischio idraulico fino a revoca.
Per le Prealpi centrali, la zona omogenea H, che interessa i territori di Bergamo e Lecco, l’Avviso segnala ELEVATA CRITICITÀ per rischio idrogeologico dalla mezzanotte del 15 novembre e MODERATA CRITICITÀ per rischio idraulico dalle 00 del 15 novembre fino a revoca.
Fonte: Lombardia Notizie

Lascia un commento

*

Ultime notizie