Venerdì 17 settembre 2021

Recuperati due tedeschi dopo una notte sul Cevedale

Condividi

Recuperati poco fa due alpinisti tedeschi che hanno trascorso la notte sul Cevedale, al confine tra le province di Sondrio e Bolzano. Ieri sera si sono trovati in difficoltà a causa della perdita di orientamento, inoltre non riuscivano a scendere e quindi hanno chiesto soccorso. Per competenza territoriale, si sono attivati i tecnici del Soccorso alpino della Val Martello (BZ), ma le coordinate fornite non coincidevano con la posizione effettiva dei due alpinisti, che hanno bivaccato all’aperto. Erano comunque ben attrezzati e questo ha ridotto i rischi dovuti al pernottamento in quota: si trovavano infatti a un’altitudine di circa 3400 metri. Stamattina sono pervenute altre coordinate, ma senza esito. Più tardi, verso le 11:15, le nuove indicazioni sulla loro posizione li situavano sulla provincia di Sondrio e quindi sono stati allertati i tecnici della Stazione di Valfurva, VII Delegazione Valtellina – Valchiavenna, contattati dai colleghi della Val Martello. Nel frattempo, le squadre bolzanine hanno raggiunto i due alpinisti, scesi con gli sci fino al Rifugio Casati, dove hanno trovato tutto il necessario per rifocillarsi. Presentavano un principio di congelamento alle mani ma erano nel complesso in buone condizioni. Hanno atteso l’arrivo dell’eliamblulanza, che li ha infine trasportati all’ospedale di Merano.
Fonte: Soccorso alpino e speleologico lombardo

Ricevi le news di Valtellina Turismo Mobile su WhatsApp
Ricevi le notizie di Valtellina Turismo Mobile su Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie