Giovedì 17 giugno 2021

Riapre le porte al pubblico il Mulino di Bottonera

Condividi

Riaprirà le porte al pubblico a partire da sabato 5 aprile il Mulino di Bottonera, meravigliosa testimonianza di archeologia industriale.
La fabbrica, realizzata per la lavorazione del grano tenero e del grano duro fondata dal Signor Carlo Moro nel 1867, rivestì per molto tempo un ruolo fondamentale nell’economia della Valchiavenna.
“Il Mulino della Bottonera” – strutturato su tre piani ed organizzato secondo un complesso gioco di pulegge, nastri e macine – operava ininterrottamente 24 ore su 24, producendo farina per pasta e pane; il tutto, sfruttando l’energia idraulica prodotta dal fiume Mera.
L’edificio cessò l’attività negli anni Sessanta. In accordo con l’Amministrazione Provinciale, nel 1997 la Comunità Montana della Valchiavenna decise di acquistare questo reperto industriale per ristrutturarlo. Il merito del restauro della struttura va attribuito ai volontari dell’OVVA, l’Organizzazione Volontari dalla Valchiavenna Anziani, che con circa nove mila ore di lavoro gratuito hanno recuperato in modo perfetto questa importante risorsa.
Dal 5 aprile all’8 giugno
sabato, domenica e festivi dalle 14.30 alle 17.30
Dal 14 giugno al 7 settembre
tutti i giorni, tranne il martedì, dalle 15.00 alle 18.00
Agosto aperto tutti i giorni
Dal 13 settembre al 2 novembre
sabato, domenica e festivi dalle 14.30 alle 17.30

Sostieni Valtellina Turismo Mobile
Le news su WhatsApp e Telegram
Pubblicità su Valtellinamobile.it

Lascia un commento

*

Ultime notizie