Venerdì 17 settembre 2021

Riportati a valle sani e salvi dei ragazzi di Lecco, Bergamo e Modena

Condividi

Bloccati su un dirupo ma dai tecnici del Soccorso alpino della Stazione di Chiavenna: disavventura a lieto fine per un gruppo di giovani, due ragazzi e una ragazza provenienti da Lecco, Bergamo e Modena. Erano usciti oggi per un’escursione con arrampicata in Val Bodengo. Mentre però stavano uscendo dalla via che avevano percorso, nella zona denominata Paradis dei Can, a circa 800 metri di quota, sono rimasti bloccati e si sono trovati in difficoltà, in un punto situato a circa un terzo del percorso rispetto alla fine. A causa dell’oscurità che stava sopraggiungendo, diventava rischioso continuare. Intorno alle 16:30 hanno quindi contattato il 112, che ha subito allertato la VII Delegazione del CNSAS (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico). Erano comunque ben attrezzati e sono riusciti ad assicurarsi a un albero, in attesa dei soccorritori. I tecnici, dodici quelli impegnati nell’operazione, li hanno raggiunti e recuperati per mezzo del palo pescante; erano affaticati e infreddoliti ma illesi, e li sono stati accompagnati a valle. L’intervento si è concluso intorno alle 19.
L’appello del Soccorso alpino è quello di prestare particolare attenzione ai tempi per il rientro, che vanno calcolati tenendo in considerazione l’ora del tramonto e anche il fatto che in questa stagione il buio cala in pochissimo tempo. È opportuno muoversi durante il giorno, con la luce naturale, perché al buio i rischi possono aumentare e anche le stesse operazioni di soccorso possono richiedere tempi d’intervento più lunghi. Le valutazioni devono tenere in considerazione una serie di elementi, come le capacità fisiche individuali o del gruppo, le condizioni ambientali e meteorologiche, il grado di difficoltà del percorso e anche eventuali imprevisti.
Fonte: Soccorso alpino e speleologico lombardo

Ricevi le news di Valtellina Turismo Mobile su WhatsApp

Lascia un commento

*

Ultime notizie