Sabato 25 gennaio 2020

Risveglio innevato in Valmalenco

Condividi


Chiesa in Valmalenco è la principale località turistica invernale ed estiva della Valmalenco, situata nel punto dove si biforca in due solchi vallivi, uno verso la parte alta della valle, alla base del Monte Disgrazia (3678 m) e l’altro nella val Lanterna, verso il Pizzo Bernina (4050 m).
Abitanti 2.486, superficie 107,6 kmq, altitudine 960 m s.l.m.
Il nome si riferisce al santuario intorno al quale si è esteso il paese. La specifica fu aggiunta nel 1940 e si riferisce alla valle percorsa dal torrente Mallero. Il termine “malenco” ha origine incerte. Per alcuni il nome deriverebbe dalla parole celtiche “Mal en ga” tradotte letteralmente in “testa stretta dall’acqua”, per altri da alcune lingue pre-romane e significherebbe fiume del monte (Mall-anko) ed infine, in concordanza alle antiche leggende, da Val Malenga, valle del male perché circondata da spaventose montagne. Curiosi anche i soprannomi come “La Magnifica”, “la val di bachétt” e “la val di sass” , rispettivamente per le fascine di legna e i sassi commerciati dai suoi abitanti sin dai tempi lontani.
La Valmalenco è un punto di partenza ideale per ascensioni e traversate nei gruppi del Bernina, del Disgrazia e dello Scalino e tappa imprescindibile lungo l’itinerario che congiunge la Valtellina alla Val Bregaglia in Svizzera, attraverso il passo del Muretto. Nei meravigliosi panorami tra pascoli, alpeggi, laghi, boschi, cave e valichi si possono ammirare maestosi ghiacciai. Il comprensorio dell’ Alpe Palù offre 60 km di piste adatte agli sciatori di tutti i livelli, raggiungibili da Chiesa con una delle funivie più grandi del mondo, la Snow Eagle, o salendo fino a San Giuseppe per poi prendere una velocissima seggiovia coperta. Il Palù Park ospita importanti eventi come le finali di Coppa del mondo di snowboard e di freestyleski. Per i fondisti ci sono invece i tracciati naturali del lago Palù, di San Giuseppe e di Lanzada, illuminato artificialmente. In splendidi paesaggi immersi nel silenzio sono organizzate passeggiate guidate con le ciaspole, sia diurne che notturne. Nella bella stagione l’estate diventa la meta ideale degli escursionisti, grazie anche alla sua punta di diamante, l’Alta Via: un percorso in quota costituito da 8 tappe e che, lungo 110km, tocca i punti più significativi e panoramici della valle: la conca di Chiareggio, il vallone dello Scerscen, le dighe di Campo Moro e Campo Gera e il lago Palù, che con le sue acque limpide e trasparenti è dimora fissa di grandi trote, e meta ideale per un fresco bagno, passeggiate in famiglia o escursion in MTB. Una particolarità di Chiesa è l’abitato di Primolo, situato sopra un poggio a 1300 metri d’altezza da cui si gode di una superba vista su tutta la valle e al cui Santuario vengono attribuiti particolari miracoli e grazie.
Fonte: Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco

News su WhatsApp e Telegram
Viabilità
Pubblicità
Contatti

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie