Sabato 06 marzo 2021

Ritorno alla natura – Fashion in alta quota

Condividi

E’ un anno eccezionale. Per le nevicate, le più abbondanti degli ultimi decenni, e per il silenzio surreale legato al lockdown, che sembra congelare la valle.

Livigno è sommersa dalla neve: sugli alberi, sui tetti, sulle strade, sulle piste vuote. Quasi un salto all’indietro nel tempo, o nel futuro se si pensa a un avvenire più sostenibile: il ritorno alla montagna prima del grande circo bianco, un mondo che sembrava relegato ai ricordi dei nonni, quando tutto si doveva conquistare con la fatica. Anche una discesa sugli sci.

Seguici su INSTAGRAM

Immergersi in questo paesaggio magico e bianco fa ritornare bambini, quando bastava una nevicata per stupirsi e giocare a palle di neve con gli amici per essere semplicemente felici. Quando si annusava l’aria e si percepiva con gioia l’arrivo dei primi fiocchi.

E’ un anno eccezionale. Un’occasione da non perdere per lasciarsi alle spalle la fatica degli ultimi mesi, rompendo la monotonia di giorni sempre uguali e immergendosi nelle atmosfere magiche della valle sommersa dalla neve.

Contenuti giornalieri, ispirazioni e must have di stagione: novità, styling e promozioni esclusive!

Un set mozzafiato in cui il glamour e la moda incontrano la magnificenza della montagna, fra cieli tersi, boschi misteriosi ed altipiani da esplorare. Versatilità la parola d’ordine, capi iconici, trasversali, adatti ad ogni luogo ed occasione.

Lungolivigno Fashion presenta la collezione primavera/estate 2021 in un paesaggio immacolato, avvolto da un candido manto di neve che vede come protagonisti Burberry con i suoi capi iconici, sempre attuali per un total look che non passa di certo inosservato e Alanui, un mix di fashion e tendenza, un compagno inseparabile e senza tempo.

Un innovativo percorso in cui la moda e la natura dialogano all’unisono.

SCOPRI LE NUOVE COLLEZIONI SPRING/SUMMER 2021

Basta camminare in un bosco, tra i larici immersi nel sonno invernale: l’aria pura e gelida entra nei polmoni, il cuore sembra espandersi e la mente si placa. Mentre le orme degli ungulati e del lupo sulla neve, ricordano che questi spazi appartengono anche dai non umani.

Basta trovare un punto panoramico e limitarsi a osservare: il paesaggio innevato, le case in legno, il campanile, le vette si fissano nella retina come una fotografia. La mente si libera, tornano l’allegria e la gioia di vivere. Sentendosi di nuovo vivi.

 

Anche solo una giornata. Ho bisogno di cielo, di cielo colorato e contrastato. Di aria, di aria che profuma, di ossigeno e di energia. Ho bisogno di lasciarmi respirare. Di vedere se c’è il paesaggio. Accertarmi di persona. Poi ritorno, lo giuro. (IO DONNA – Danda Santini)

Camminare per me significa entrare nella natura. Ed è per questo che cammino lentamente, non corro quasi mai. La Natura per me non è un campo da ginnastica. Io vado per vedere, per sentire, con tutti i miei sensi. Così il mio spirito entra negli alberi, nel prato, nei fiori. Le alte montagne sono per me un sentimento. (Reinhold Messner)

Migliaia di persone stanche, stressate e fin troppo “civilizzate”, stanno cominciando a capire che andare in montagna è tornare a casa e che la natura incontaminata non è un lusso ma una necessità. (John Muir)

Lungolivignofashion.com
Instagram 

Ultime notizie