Martedì 27 luglio 2021

Sabato piove la mattina, domenica sereno e temperature autunnali

Condividi

Intensi flussi perturbati in transito sull’Italia centro settentrionale portano abbondanti precipitazioni che interesseranno anche le montagne lombarde fin nella mattinata di sabato. In seguito le correnti si disporranno e rinforzeranno da Nord con condizioni di tempo stabile. Oggi cielo coperto con copiose precipitazioni, in temporanea attenuazione dalle ore centrali quando potranno verificarsi parziali schiarite su Orobie e Prealpi, ma in ripresa dalla nottata. Limite delle nevicate in abbassamento a 2400-2600 m. Apporti nevosi risultano significativi oltre i 3000 m (stimabili attualmente tra 10-30 cm), ma la neve fresca è deposta in modo irregolare, in particolare nelle zone concave e sottovento, a causa dell’intensa attività eolica in atto. Dai ripidi pendii sono possibili scaricamenti e distacchi spontanei di piccole valanghe; lastroni di neoformazione possono essere staccati anche al passaggio di un singolo escursionista.
Sabato cielo coperto nella notte ed al primo mattino con precipitazioni da moderate a localmente forti in estensione da Ovest. In seguito graduale attenuazione con maggior persistenza sui settori retici e Adamello. Limite delle nevicate in abbassamento a 2000-2200 m (su creste retiche a quote inferiori). Venti in rotazione da Nord, da moderati a forti. Oltre 3000 m di quota si potranno stimare apporti cumulativi di 30-50 cm di neve fresca, deposta in modo irregolare e rimaneggiata ulteriormente con il rinforzo delle correnti da Nord. In canali ed avvallamenti al di sotto delle creste principali saranno evidenti accumuli e lastroni di neoformazione. Questi potranno essere staccati con la sollecitazione di un singolo escursionista. Saranno inoltre possibili scaricamenti e distacchi spontanei di valanghe, in genere di modeste dimensioni.
Domenica cielo in generale poco nuvoloso, ma con residui addensamenti e isolati rovesci sulle creste di confine dei settori retici. Dalle ore centrali pressochè ovunque sereno o, al più, qualche velatura. Temperature piuttosto fresche, mitigate dal foehn su Orobie e Prealpi. Neve oltre 2200 m. Venti in quota in attenuazione da Nord. Oltre 3000 m di quota si stimano presenti da 30 a 50 cm di neve fresca, deposta in modo irregolare e rimaneggiata ulteriormente delle forti correnti da Nord di sabato. In canali ed avvallamenti al di sotto delle creste principali, saranno evidenti accumuli e lastroni di neoformazione. Questi potranno essere staccati con la sollecitazione di un singolo escursionista. Saranno inoltre possibili scaricamenti e distacchi spontanei di valanghe, in genere di modeste dimensioni.

Ricevi le news su WhatsApp e Telegram

Lascia un commento

*

Ultime notizie