Martedì 21 maggio 2019

Saluti da Dalòo

Condividi

Se c’è un luogo speciale che deve essere assolutamente visitato, quello è Dalòo.
Lo si raggiunge a piedi partendo da Chiavenna, prendendo il sentiero che sale da Pianazzola, oppure da San Giacomo Filippo, seguendo i dolci tornanti della strada carrozzabile aperta ai consorziati Come una volta Fino agli anni Cinquanta, Dalòo era abitata tutto l’anno. Qui erano attive la scuola, la parrocchia e la comunità si occupava prevalentemente di agricoltura e allevamento, curando questo luogo come un giardino. Oggi come allora i prati che si estendono alle spalle della chiesetta, sono perfettamente curati. Le abitazioni che si incontrano lungo il sentiero che attraversa il nucleo, sono state quasi tutte ristrutturate e rimesse a nuovo, abitabili con tutti i comfort moderni.
Il belvedere Il punto di arrivo di ogni escursione è il magnifico belvedere che si affaccia su Chiavenna e dal quale è possibile allungare l’occhio a sud fino al Lago di Mezzola e est lungo tutta la Val Bregaglia svizzera. Un panorama che non ha eguali in tutta la vallata e che in autunno regala scorci incantevoli, da ammirare con pazienza, meglio se con l’ausilio di un binocolo. Un salto a Lagùnc Per chi avesse qualche residuo di energia nelle gambe, suggeriamo la salita a Lagùnc (1.352 m), piccolo nucleo caratteristico posto a 25 minuti di cammino da Dalòo. Il laghetto alpino, le belle casette e il belvedere sono un’attrazione che vale la piccola dose di fatica richiesta per questo tratto. La spettacolare veduta autunnale che si gode da lassù, ripaga l’occhio e lo spirito.
Fonte: Consorzio Turistico Valchiavenna

News su WhatsApp e Telegram
Viabilità
Eventi
Meteo
Webcam
Pubblicità

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultime notizie