Martedì 19 ottobre 2021

Scontro tra sciatori: ora si presume sempre il concorso di colpa

Condividi





Il Decreto Legislativo n. 40 del 28 febbraio 2021, recante misure in materia di sicurezza nelle discipline sportive invernali, all’articolo 30 ha introdotto l’obbligo, a partire dal 1° gennaio 2022, dell’assicurazione con responsabilità civile verso terzi per accedere alle piste da sci.
Il medesimo DL, all’articolo 28, fissa un altro paletto importante. Nel caso di scontro tra sciatori, si presume, fino a prova contraria, che ciascuno di essi abbia concorso ugualmente a produrre i danni eventualmente occorsi.
Di conseguenza numerosi incidenti sulle piste, se non saranno previsti accertamenti da parte delle Forza dell’ordine, saranno molto probabilmente considerati in prima istanza come concorso di colpa. Fattispecie nella quale la copertura delle spese mediche non è garantita in sé, motivo per cui, pur non essendo obbligatoria, potrebbe rivelarsi non sbagliato stipulare una polizza assicurativa infortuni personale.
Infine il Decreto Legislativo 40/2021 introduce l’obbligatorietà del casco per i minorenni e il divieto di praticare lo sci sotto l’effetto di alcolici, quindi una possibile aggravante che potrebbe annullare la copertura assicurativa precedentemente stipulata a copertura degli incidenti sulle piste.
Dal 2022 assicurazione obbligatoria per sciare in Italia
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie