Venerdì 25 giugno 2021

Si aprono le porte dei palazzi storici delle banche di Sondrio

Condividi

Il primo sabato di ottobre le porte dei palazzi storici delle banche italiane si aprono su tutto il territorio nazionale. È la XIII edizione di Invito a Palazzo, la manifestazione promossa dall’ABI che ogni anno, per un’intera giornata, mette in mostra opere d’arte e capolavori conservati nelle sedi storiche delle banche, normalmente chiuse al pubblico perché sedi di lavoro. L’appuntamento con cittadini, appassionati e turisti è per sabato 4 ottobre dalle 10 alle 19.
Il Credito Valtellinese, che aderisce alla manifestazione dalla prima edizione, aprirà la sede storica di Palazzo Sertoli (Piazza Quadrivio, 8) e del Grand Hotel della Posta (Piazza Garibaldi, 19) a Sondrio.
Palazzo Sertoli, insieme ai palazzi Giacconi e Paribelli, forma un complesso architettonico posto nel cuore del Centro Storico: di notevole interesse il settecentesco salone da ballo e le opere d’arte antica e contemporanea che arredano gli uffici e il giardino, tra cui spiccano il dipinto di Andy Warhol “The last Supper” e “Il Giudizio Universale” della Scuola dei Campi, copia da Michelangelo.
Palazzo Sertoli ospita inoltre la Galleria Credito Valtellinese che propone da oltre 25 anni iniziative espositive di rilievo. Nell’occasione sarà possibile altresì visitare, in anteprima assoluta, la mostra “Sergius Fstöhler Stahlwerk” in allestimento.
Il Grand Hotel della Posta, risale alla seconda metà dell’800. Dotato di arredi antichi già esistenti nell’edificio, restaurati e ricollocati nei locali ed integrati con altri appartenenti alla banca ed arricchito di numerose opere attinte dalla collezione d’arte del Credito Valtellinese: quadri antichi e importanti opere d’arte moderna, sculture collocate nelle sale del piano terra e nel giardino, tra cui si segnala la collezione di bronzi dello scultore Arturo Martini, il “Mur magnetique” di Takis, “L’Ultima cena” di Avalle e “Ultime cene” di Daniel Spoerri.

Lascia un commento

*

Ultime notizie