Lunedì 20 settembre 2021

“Solo per coraggiosi”, la sfida della Grosio Eita

Condividi

“ONLY THE BRAVE e non solo BREVA, ma anche retemp e rampeli”. Giornata metereologicamente infausta quella che ha accompagnato l’edizione 2014 della pedalata più cool dell’estate valtellinese, ma che in compenso ha regalato un’aurea epica stile Parigi- Ruobaix. 92 bikers super agguerriti alla partenza tra cui 7 donne che han dato non poco filo da torcere ai testosteronici uomini in gara. Partenza sottotono, gruppo compatto fino al traguardo volante a Ravoledo dove Igor Baretto e Daniele De Maron appaiati si son giocati sul filo dei centimetri il “Gran Premio Piccola Parigi”, aggiudicato da Baretto. I due con Stefano Da Prada e Giorgio Sassella si son studiati fino alla salita di San Giacomo, allungo di Igor ,Da Prada e De Maron che anche al G.P.M. di Fusino transitavano compatti. A poca distanza inseguivano lo svizzero Zanetti, Sassella e leggermente più distanziati Maffezzini, Angeli e il “nostro” Mosconi Lino. I grosini Eros Pini, Pini Dario, Franzini Fabio e Sal a Cristopher inseguivano accaniti a ruota, posizioni che sostanzialmente han mantenuto fino al traguardo. Traguardo “battezzato” da una pioggia torrenziale che non ha certo risparmiato il fondo sterrato rendendolo scivoloso e pieno di pozze d’acqua rallentando le prestazioni dei concorrenti, ma in compenso regalando più soddisfazione perchè al vero corridore le insidie piacciono.Nonostante tutto però ben 12 concorrenti sono rimasti sotto il muro dell’ora e 2 a ridosso. Prestazione di rilievo da parte di Benzoni Michela da Bergamo che con 1.06′.31” ha fatto sbiancare molti boys, e direi quasi sicuramente abbia stabilito il record femminile.Con 1.10’24” la vincitrice della “Re Stelvio 2014” Valentina Mabritto si riconferma ad alti livelli. Ultima posizione aggiudicata dall’inossidabile Antonio Ronchetti classe 1939, che ogni anno ci allieta con la sua presenza. Sempre all’altezza, e oggi addirittura oltre, l’organizzazione della Fabbriceria di Eita che oltre ad un ottimo ris toro al caldo ha dato la possibilità agli atleti di usufruire del servizio doccia cosa veramente eccezionale per una gara in montagna a 1700m. Premiati i primi 5 di ambo le categorie, il fedelissimo(colui che ha partecipato a tutte le gare indette dalla società Grosio Ciclismo dalla fondazione ad oggi) Fabrizio Franzini, che si godrà con la moglie Martina una cenetta romantica con relativa beauty farm offerta dal Ristorante Sassella Jim di Grosio. Dopo la fedeltà è stato premiato anche l’amore, che ormai è sempre più ON THE BIKE, una maglia speciale è andata alla “COPPIA BASIN”ovvero Ambrogio e Romana, che detengono il primato di fotografie che li ritraggono teneramente avvighiati a baciarsi pre, durante e dopo le gare…. Altro premio speciale al nostro Stefanino Pini CH, che con il titolo di “focamera più veloce dell’Engadina” sicuramente non mancherà di postare le sue 1300 fotografie della giornata odierna. Sempre ricchissima la lotteria, e dato che quest’anno mi voglio rovinare, con il gioco “an cunta i macaron” il fortunatissimo (anche se oggi la sua gara non è stata certo brillante, a suo dire a causa di ansia da prestazione…) Ambrogio Cusini si aggiudica il superpremio Tablet Samsung. Ora la smetto di tediarvi, ringrazio sentitamente I miei soci della “Giogera Team”che senza il loro aiuto la macchina organizzativa si trasformerebbe presto ed irrimediabilmente in una bagnarola, lo speaker Carlo Toini che nonostante gli impegni agricoli ha trovato il tempo di venire a presentare la gara, il giudice Bombardieri, tutti coloro i quali han gentilmente offerto i premi, le mie “mammine” che senza di loro il ristoro si trasformerebbe in un self service. Un grazie di cuore e un applauso a tutti gli atleti che han partecipato, perchè sono loro i veri protagonisti della giornata che nonostante il tempo non han rinunciato alla sfida.
A cura di Stefano Pini

 

Lascia un commento

*

Ultime notizie