Lunedì 20 settembre 2021

Sondrio, i commercianti chiedono rispetto ai padroni dei cani

Condividi





Con l’aumento degli animali domestici degli ultimi anni è esploso il problema, storico, della mancanza di pulizia da parte dei padroni delle loro deiezioni. Come sempre ad andarci di mezzo sono tutti, anche se si tratta di una minoranza che non rispetta le regole. E che non viene multato a sufficienza, nonostante le norme in vigore, anche perché non si possono mica assumere persone per controllarli tutti.
Ma nel centro delle città, dove si concentrano le attività commerciali, lo sporco da pulire è anche un problema che si riflette sulle aziende, che ne subiscono anche dei danni economici. Del resto la mancanza di pulizia e igiene nell’accesso di un’azienda non ti invoglio certo ad entrare.
Questo vale anche a Sondrio, dove, in via Dante, in pieno centro storico del capoluogo, è stato esposto in diversi punti un cartello scritto a mano di protesta.
“Avviso importante per tutti i proprietari dei cani. Ogni mattina i negozianti devono pulire davanti ai propri negozi i bisogni dei vostri cani. Amiamo gli animali, ma non è corretto e non è piacevole trovare ogni giorno sporco. Avete l’obbligo di pulire gli escrementi, raccogliere con gli appositi sacchetti e, per favore, se rimane sporco buttare un po’d’acqua. Fatelo per rispetto di chi lavora qui e dei clienti”.
Ponte in Valtellina, multa per chi non raccoglie le deiezioni dei cani
Nascono caprioli e cerbiatti: non toccateli e cani al guinzaglio
Mello: troppe lamentele, il Comune invita alla regolare tenuta dei cani
Norme a Sondrio per i conduttori di cani su aree pubbliche
Le news su WhatsApp e Telegram



Ultime notizie