Venerdì 22 ottobre 2021

Sondrio, presentata la mostra “Rispetto di genere”

Condividi

Inaugurata ieri, venerdì 11 aprile, sarà aperta fino ad oggi la mostra “Rispetto di Genere” che nasce «Da un impegno concreto del Comune di Sondrio e dal coinvolgimento delle scuole e di diversi club e associazioni, tra cui il Soroptimist di Sondrio – afferma Marina Cotelli, assessore alla Cultura del Comune di Sondrio -. Come si arriva al rispetto di genere? Con un percorso di conoscenza e consapevolezza che sfocia in un aiuto concreto alle donne in difficoltà. 1522, ad esempio, è un numero nazionale, multilingua e attivo 24 ore su 24, che nasce per aiutare le donne in difficoltà: i ragazzi della 2ª e 3ª E e alcuni alunni della 3ª D della scuola media Ligari hanno elaborato i manifesti che oggi vediamo in mostra, per promuoverlo e per sensibilizzare il rispetto di genere» conclude.
Una sensibilizzazione che tocca, perché vedere un tema così importante trattato ed elaborato da ragazzi così giovani «Aiuta la riflessione di tutti noi adulti: la freschezza di questi ragazzi deve dare un nuovo respiro al nostro punto di vista. Sono felice di vedere come la società, grazie all’Amministrazione comunale e a Soroptimist, fa molto per le scuole, ma come contemporaneamente sono le stesse scuole e i loro alunni a fare per la società» afferma Giulia Rainoldi, preside dell’Istituto Comprensivo Centro. I manifesti in mostra è solo l’ultima fase di un progetto che ha coinvolto l’intera scuola Ligari dall’inizio dell’anno «Grazie al quale i ragazzi hanno potuto approfondire queste tematiche e diventare più consapevoli del ‘Rispetto di genere’» affermano le insegnanti. Una consapevolezza dimostrata anche dalla scelta di alcuni artisti, come spiegano gli stessi alunni: «In alcuni manifesti abbiamo scelto Klimt perché è stato uno dei primi artisti a rappresentare entrambi i generi, ma dando più importanza alla donna: a ricordarci come nessuna donna deve essere trattata male».
Per tutti gli interessati, quindi, i manifesti saranno esposti nella Sala Mostre di palazzo Pretorio e affissi in luoghi strategici della città; ma i progetti volti a sensibilizzare ogni fascia di età della popolazione sul rispetto di genere non finiscono qui. Come spiega Loredana Porra, assessore alle Politiche sociali del Comune di Sondrio, «Stiamo portando avanti un progetto dal titolo ‘Donna, il bene che ti devi volere’: un progetto molto ambizioso che coinvolgerà tutti i ragazzi che oggi in seconda andranno da settembre in terza media e che sfocerà, entro la fine dell’anno, nella creazione di un opuscolo che verrà distribuito in tutte le scuole». Un impegno costante che arriva dal Comune di Sondrio, ma anche dai club e le associazioni che operano sul territorio: «Soroptimist nasce come club femminile in cui da sempre operiamo nella promozione di progetti che difendono il ruolo delle donne. Sono diverse le azioni che portiamo avanti lungo l’arco dell’anno, una delle ultime è un’opuscolo in cui abbiamo cercato di insegnare ai ragazzi a riconoscere la violenza e come opera la legge» conclude Sandra Pelizzatti, presidente di Soroptimist Sondrio.
Fonte: Ufficio Stampa Comune di Sondrio

Lascia un commento

*

Ultime notizie