Mercoledì 04 agosto 2021

Statale 36, 4 autovelox fissi per i nuovi limiti di velocità

Condividi




Il limite di velocità lungo la strada statale 36 da Monza a Colico è stato abbassato. La Polizia stradale di Lecco fa sapere che i nuovi limiti entreranno in vigore quando sarà collocata la nuova segnaletica. Ciò significa che l’ordinanza i partirà da lunedì 1° agosto ma sarà attiva quando saranno visibili i cartelli. Inoltre lungo la Statale 36 verranno collocate 4 colonnine fisse dell’autovelox, gli autisti così avranno modo di conoscere in tempo reale la velocità rilevata, questo servirà soprattutto come deterrente oltre che per distribuire sanzioni a chi sgarrerà. I punti dove verranno collocate ancora non si conoscono, la polizia stradale però fa sapere che proseguiranno i controlli attraverso i autovelox mobili.
Le altre news di oggi
Ricevi le news su WhatsApp




Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

  1. i2viu Rispondi

    Pensando a tutti quei prodotti tecnologici utilizzati per vessare gli automobilisti come autovelox, semafori intelligenti, telecamere nascoste, percepisco il loro utilizzo come un abuso di posizione dominante da parte delle amministrazioni che li mettono in atto.
    Vengono spacciati come mezzi di prevenzione per la sicurezza stradale ma poi li usano per fare cassa, tant’è che nei bilanci delle amministrazioni vengono preventivamente stimate le contravvenzioni derivanti dal loro uso.
    Comprendo che una guida corretta e rispettosa delle norme di circolazione sia la base per la sicurezza ma si evince pure che l’automobilista combatte ad armi impari anche quando il buon senso è dalla parte di chi guida.
    Infatti un autovelox non perdona, valuta, misura e stampata la velocità con decimali mentre un contachilometri sulle auto garantisce una precisione al massimo del 5% e non serve a nulla la valutazione di chi guida che adegua la velocità in funzione della strada o del traffico.
    L’autista dovrebbe essere un robot che impartisce gli ordini all’auto in base ai cartelli stradali che incontra anche se il 50% di questi sono messi fuori da ogni logica corretta.
    E’ ovvio che se vengono seminate trappole un po’ ovunque prima o poi ogni automobilista incapperà in una di queste pur essendo ligio e attento alle norme e guidando con prudenza.

  2. Stefano Personeni Rispondi

    Il turista di sicuro cambierà la meta anziché prender la VALTELLINA e pagare ALBERGO MULTA E PUNTI PATENTE, prenderà l’aereo gli costa MENO, peccato che chi guadagna saranno i paesi ESTERI, e noi grazie alla mentalità COMUNALE perderemo sempre più TERRENO E TURISMO……..W L’ITALIA

  3. E Rispondi

    Sono solo dei cerca soldi altrimenti non lascerebbe le strade in queste condizioni altri che sicurezza …. barboni…… arraffini

  4. Pietro Rispondi

    E’ una vergogna, è solo un modo per fare cassa, mettete dei limiti logici (ci invito a farv un giro in svizzera) e vedrete che la gente li rispettarà…
    Invece si mettono i limiti A CASO solo per fregare la gente.. mi spiegate come sia possibile viaggiare a 70 Km/h su una strada a 3 corsie?
    Creando poi di fatto una marcia per file parallele che è vietata da cds mi pare.

    E’ solo un becero modo per far soldi

  5. Vale Rispondi

    Spero ne mettano uno al bione visto che manca la corsia di accelerazione e ogni giorno c’è un incidente

    • Vincenzo Rispondi

      Concordo… Allucinante assurdo…

  6. corrado motta Rispondi

    naturalmente non ci è dato di sapere quali sono i nuovi limiti, e le segnaletiche saranno insufficienti come al solito. Ci saranno le solite inchiodate e i soliti tamponamenti per la gioia di ambulanze e carrozzieri. Ne abbiamo piene le palle e scusate il francese

  7. Marco dolci Rispondi

    Vorrei sapere quale era il limite prina

    • Redazione Rispondi

      il link alla notizia è nel testo

  8. Valentino Rispondi

    Salendo ieri da Milano alle 24, ho saputo dei limiti una volta a Ballabio. Questi limiti sono già in vigore? Ho paura di una multa ora.

  9. Massimo Rispondi

    Si creeranno code pazzesche nei periodi caldi , tutti in fila sennò sulla corsia di destra inizialmente, con rischi colpi di sonno, e infine quando la paura sarà cessata, tamponamenti nei pressi delle colonnine per le inchiodate..

  10. Gaetano Ravalli Rispondi

    Come al solito i politici non sanno cosa sono i cittadini, se non delle vacche da mungere, è assurdo che strade a tre corsie senza incroci si facciano i 90, ma quali criteri si sono riferiti per abbssare i limiti ??

  11. Massimo Rispondi

    Cosa dire di questa notizia, ho 55 anni vado a Sondalo (SO) da sempre, mia mamma e di Sondalo.
    Vado in valtellina da quando si percorreva la vecchia 36 che costeggia il lago, ci sono ancora i segni sui muri delle abitazioni lasciati dagli specchietti dei camion quando si incrociavano nelle strettoie dei paesi.
    I LIMITI, giusto che ci siano, vai in svizzera in paese sai che devi andare a 50, poi ce il cartello dei 60 dei 70 e a salire.
    Sulla 36 da Colico a salire i “”vacanzieri”” attivano il pilota automatico a 80 km e vanno sempre a quella velocità che sia statale da 90 o paese da 50.
    Ti muovi in Italia, trovi il cartello dei 10 Km lasciato da un vecchio cantiere, cosa fai BO!!!!!, dietro di te i camion ti spingono.
    Proviamo a mettere i 110 KM, che una macchina moderna può gestire tranquillamente parlo di una panda, fiesta, yaris macchine piccole e comuni a molti.
    Nei punto pericolosa i limiti scendono a 70, con tutti gli autovelox necessari.
    x la sicurezza verniciamo le gallerie di bianco, oltre a rifare asfalto ecc ecc.
    e troppo comodo abbassare i limiti come hanno fanno sulla Pontina tra Roma e Latina perche la strada e un campo di battaglia.
    La Valtellina e una valle che sta morendo, tranne i paesi più turistici (Bormio Livigno Aprica ecc.).
    Dobbiamo incentivare il turismo tutto l’anno in valle, non solo quello di agosto e natale.
    Per incentivare il turismo ci vogliono ANCHE le strade SCORREVOLI.
    Guardate la Valle D’aosta e il Trentino, l’autostrada finisce sulle piste da sci.

  12. France Rispondi

    Infatti vogliono fare solo cassa altro che sicurezza sti ladri legalizzati

  13. paolo Rispondi

    Ci metto di più adesso arrivare in Aprica con un auto moderna , sicura e veloce , che 20 anni fa quando dovevo attraversare lecco…si guida stressati, sempre con la paura di superare i limiti di velocità ,assurdi sulla statale 36….

Rispondi a Gaetano Ravalli Annulla risposta

*

Ultime notizie