Lunedì 29 novembre 2021

Stelvio o Mortirolo: traforo per il turismo o per i trasporti?

Condividi

Pirovano Stelvio Non abbiamo fatto in tempo ad “annunciare” le risorse per la tangenziale di Tirano che è già partito un nuovo dibattito con due fronti contrapposti in provincia di Sondrio: stiamo parlando infatti di chi spinge per il traforo del Mortirolo o quello dello Stelvio.
Chiariamo subito, siamo lontani da progetti concreti e finanziati, ma evidentemente ci si porta avanti.
Ne abbiamo letto sulle colonne de “La Provincia di Sondrio” dove da un lato esponenti politici dell’Alta Valle spingono verso il secondo con l’obiettivo di aprire sbocchi turistici verso il nord, dall’altro chi definisce il possibile traforo dello Stelvio anacronistico e chiede un nuovo collegamento stradale (e non ferroviario) con la Valcamonica.
Questi ultimi pensano al Mortirolo per scongiurare il rischio di isolamento della provincia di Sondrio. In particolare il presidente del comitato “Traforo del Mortirolo”, che in campo professionale opera nel settore della logistica e trasporti, definisce il progetto dello Stelvio “un miraggio quanto quello della Mesolcina, perché alle altre nazioni non interessa” e ricorda “che c’è in ballo tutta l’economia di una provincia, non solo il turismo”.
Mentre vi rimandiamo all’articolo completo de “La Provincia di Sondrio” viene comunque naturale sottolineare come in Valtellina, nonostante migliaia di parole, dichiarazioni e proclami a favore del turismo locale e del futuro turistico del territorio, come principale risorsa su cui investire, non manchino frequenti prese di posizione che ricordano, al contrario, che di turismo non si vive e che altri settori siano molto più importanti.
Non sta a noi dire chi ha ragione, anche se i fatti sono lì da vedere, ma non si può far finta nemmeno di ignorare le decine di capannoni chiusi e “drappati” da cartelli affittasi o vendesi e le numerose vertenze che fanno capo al settore secondario della Valtellina.

Ricevi le news di Valtellina Turismo Mobile su WhatsApp

Lascia un commento

*

Ultime notizie