Sabato 25 settembre 2021

Tangenziale di Morbegno pronta per dicembre 2017

Condividi

È stato abbattuto oggi l’ultimo diaframma della Galleria Paniga nell’ambito dei lavori per la realizzazione del 1° lotto 2° stralcio della Variante alla Strada Statale 38 “dello Stelvio” dallo svincolo di Fuentes allo svincolo di Tartano.
I lavori in corso, eseguiti dal Gruppo Condotte, si sviluppano dallo svincolo di Cosio allo svincolo di Tartano per circa 10 chilometri e costituiscono la prosecuzione del 1° stralcio, ultimato ed aperto al traffico nel luglio 2013.
Una volta terminata l’opera, in variante al centro abitato di Morbegno, la viabilità si connetterà a quanto già realizzato, bypassando il tratto più trafficato e congestionato del vecchio tracciato della statale tra gli abitati di Cosio, Regoledo, Morbegno e Talamona.
L’intervento si sviluppa per una lunghezza di 9628 metri con una soluzione a carreggiata singola di tipo C1, senza che sia pregiudicata l’ipotesi futura di realizzazione di una doppia carreggiata.
Le principali opere d’arte sono costituite da due gallerie dello sviluppo complessivo di 5116 metri, rispettivamente Selva Piana 2793 metri e Paniga 2323 metri con due cunicoli di servizio di analoga lunghezza e cinque viadotti di lunghezza variabile tra i 21 e i 295 metri.
I lavori del 1° lotto 2° stralcio stanno procedendo come da cronoprogramma, senza sospensioni, con l’avanzamento del cantiere sull’intero tracciato. Le lavorazioni, nelle quali sono attualmente impiegati 330 operai e circa 60 tra amministrativi e tecnici, sono organizzate a ciclo continuo, anche nei giorni festivi, per la parte in galleria e a ciclo diurno per le opere a cielo aperto.
L’ultimazione contrattuale dei lavori è prevista per dicembre 2017.

News su WhatsApp e Telegram
Viabilità
Eventi
Meteo
Webcam
Pubblicità

  1. anna Rispondi

    Passando si vedono all’opera…grazie al loro grande impegno sono comunque ammirevoli!! Mi stupisco sempre di quello che ogni volta scopro di nuovo …grazie!!

  2. carlo Rispondi

    Le principali opere d’arte sono costituite da due gallerie …… arte ?????

    • Giorgio Cameroni. Rispondi

      Nelle costruzioni di strade e ferrovie, l’esatta denominazione tecnica dei ponti, viadotti, gallerie ecc. che si adotta anche nei progetti e contratti di appalto e’ “opere d’arte stradali”. Non c’è altra definizione.

  3. Armando De Giovanni Rispondi

    Non un commento, ma una domanda :
    per chi , venendo da Milano, è diretto in Valgerola (Morbegno) sarà utile oppure gli converrà uscire comunque a Cosio come adesso ?

  4. Dario Rispondi

    Per chi va in Val gerola non cambia nulla rispetto a prima, deve uscire a cosio come adesso. L’opera che si concluderà a dicembre permetterà di bypassare morbegno ed uscire dopo talamona all’altezza dello svincolo per tartano.

Rispondi a anna Annulla risposta

*

Ultime notizie