Sabato 23 ottobre 2021

Tutti insieme per una Valchiavenna sicura

Condividi

Tutti insieme per una Valchiavenna sicura, superando i timori legati all’emergenza sanitaria e le incertezze della ripresa economica: c’è tanta voglia di ritornare alla normalità, ma questo dovrà avvenire necessariamente per gradi, nel rispetto delle disposizioni, e mantenendo comportamenti a cui tutti ormai si sono abituati. Più saremo rigorosi e meglio affronteremo i nuovi cambiamenti, ma soprattutto potremo farlo tutti insieme: la Valchiavenna, com’è nella sua tradizione di comunità unita e solidale, procede allineata in tutti gli attori e in tutti i comparti, perché insieme si è più forti.

Nella ripartenza un ruolo fondamentale è svolto dalle imprese che partecipano attivamente al progetto “Valchiavenna, una valle sicura” attraverso le sezioni mandamentali di Confartigianato Imprese Sondrio e Unione del Commercio del Turismo e dei Servizi della Provincia di Sondrio. Al questionario inviato soltanto pochi giorni fa per comprendere le reali necessità, in vista di un aiuto concreto nella riapertura delle attività, hanno risposto circa 200 imprese che, in modo quasi unanime, hanno evidenziato il bisogno di un supporto, in particolare per formazione, informazione, acquisto di dispositivi di protezione individuale e altri strumenti e riorganizzazione dell’attività. Esigenze che sono state accolte nell’attività di formazione promossa dal Consorzio turistico della Valchiavenna che si concretizzerà, entro pochi giorni, nella definizione del calendario dei corsi rivolti a imprenditori e lavoratori, completamente gratuiti, proposti rigorosamente in modalità telematica. Sei i settori merceologici trattati: strutture ricettive, ristoranti e bar, negozi, studi professionali, servizi alla persona, imprese artigiane manifatturiere. Verranno inoltre definiti dei protocolli di sicurezza per le diverse categorie di attività per consentire a chi li applicherà di ottenere la certificazione volontaria “Valchiavenna una valle sicura”. Successivamente verranno organizzati altri corsi dedicati alla riorganizzazione dell’attività degli esercizi pubblici: dall’abolizione del buffet alla colazione in camera, dal distanziamento dei tavoli al servizio al carrello. Il Consorzio turistico si avvarrà della consulenza di esperti del settore.
Fonte: Consorzio Turistico Valchiavenna

Sostieni Valtellina Turismo Mobile
Pubblicità su Valtellinamobile.it
Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie