Mercoledì 23 giugno 2021

Una trentina di pecore uccise dai lupi in Val Fontana

Condividi





NEWS LOCALI
Gli allevatori della Val Fontana sono stati vittime negli ultimi giorni di un attacco ai propri ovini da parte di un numero non precisato di lupi, comunque immortalati dalle foto trappole.
Una trentina di pecore uccise il bilancio dell’opera del branco di predatori. La cui presenza è stata da tempo e più volte avvistata, in particolare in prossimità dei confini con la Svizzera, anche in Val Bregaglia, come pubblicamente confermato dall’Ufficio Caccia e pesca del Cantone Grigioni.

Dopo oltre un secolo dalla sua scomparsa dalle Alpi centrali, il lupo sta facendo ritorno in quest’area. Si tratta di un fenomeno spontaneo che interessa giovani individui: una volta scacciati dai loro branchi originari essi vagano, anche su lunghissime distanze, fino a trovarsi un nuovo territorio. È così che si spiegano gli avvistamenti degli ultimi anni mesi. Segni di una tendenza che, probabilmente, nel tempo porterà altri lupi a insediarsi in Alta Valtellina e nelle aree circostanti.
Col ritorno del lupo diventa indispensabile diffondere una corretta conoscenza della specie e sfatare i falsi miti e le credenze erronee su di essa. Solo così sarà possibile creare le premesse per la convivenza tra uomo e lupo garantendo sia la conservazione di questo importante tassello della rete della biodiversità, sia la tutela delle attività pastorali tradizionali legate ai territori montani.
Un secolo dopo la sua scomparsa il lupo ritorna sulle Alpi centrali

Le altre news di oggi
Ricevi le news su WhatsApp




Unisciti al canale Telegram per gli
aggiornamenti in tempo reale

Ultime notizie