Mercoledì 23 giugno 2021

Valfurva, oltre 10000 accessi estivi alla Strada dei Forni

Condividi

A chiusura della stagione estiva, l’amministrazione Comunale di Valfurva congiuntamente ai rappresentanti del Parco Nazionale dello Stelvio ed a quelli del Consorzio Forestale Alta Valtellina, hanno illustrato i dati rispetto al progetto V.A.S.P (viabilità agro-silvo-pastorale) Strada dei Forni 2015 in Valfurva.
Oltre diecimila gli accessi nei mesi di Luglio, Agosto e Settembre con medie giornaliere di oltre 190 veicoli durante il mese di Agosto, hanno prodotto un incasso totale di oltre 34.000,00€ che saranno impegnati per la manutenzione della strada inserita nella viabilità V.AS.P. del comune di Valfurva.
Il progetto ha centrato gli obiettivi, ricordano gli amministratori del comune dell’Alta Valtellina, che riguardavano soprattutto il miglioramento della fruizione turistica-ambientale di tutta l’area dei Forni attraverso l’introduzione di una serie di servizi che sono stati attivati grazie anche al prezioso aiuto della Provincia di Sondrio e del Parco Nazionale dello Stelvio.
Infatti, grazie al progetto Vasp “Strada dei Forni” sono stati aperti i bagni pubblici posizionati in un caratteristico chalet nei pressi del parcheggio, che è stato presidiato da un addetto durante tutta la stagione estiva. Inoltre è stata realizzata una mappa in due lingue dell’area dei Forni con info ed indicazioni utili al turista, e, nelle giornate di maggiore afflusso con oltre 350 autoveicoli è entrato in funzione un servizio navetta evitando intasamenti, e spiacevoli situazioni, per nulla consone ad una meta turistica di qualità.
Ecco il resoconto dettagliato:
TOTALE ACCESSI CON TICKET 10425 ( 8768 Dispositivo Automatico +1657 Cartacei ) a fine settembre
NEI MESI LUGLIO E AGOSTO (MACCHINETTA 7911 + BIGLIETTI CARTECEI 1646)) 9.557 (esclusi permessi A+B) MEDIA DI 154 VEICOLI/GIORNO CON ACQUISTO TICKET 20% CARTACEI E 80% AUTOMATICO (CONSIDERANDO INIZIO DUE WEEK END CON DISPOSITIVO AUTOMATICO FUORI USO) PERIODO MAGGIOR AFFLUSSO DAL 10 AL 22 AGOSTO CIRCA 3000 BIGLIETTI DAL SOLO DISPOSITIVO AUTOMATICO (CON UNA MEDIA GIORNALIERA VEICOLI DI TUTTO IL MESE DI AGOSTO 190) – SETTEMBRE 857 ACCESSI D.A.
PER OGNI ATTIVITA’ DI CONTROLLO A MONTE O DURANTRE IL TRANSITO VENIVA ACCERTATA UNA PERCENTUALE DI POCO PIU’ DEL 1 % (DI CUI LA META’ PER OMESSA ESPOSIZIONE TICKET – SANZIONE € 50 GIA’ PAGATA) – SE INVECE CONSIDERIAMO GLI ACCESSI TOTALI DI LUGLIO E AGOSTO GLI ACCERTAMENTI INCIDONO PER LO 0.40%
INCASSO TOTALE TICKET FORNI VERSATO AL C.F.A.V. E VINCOLATO ALLA V.A.S.P.: QUASI 35.000 €
CONTRIBUTI PARCO (20.000 € ) +PROVINCIA ( 12.000 € ) AL PROGETTO 32.000 per spese :
SERVIZI PRO-LOCO € 14.000,00 (personale a monte e a valle, bagni, ticketing, brochure dedicata)
SERVIZIO NAVETTA € 2.640,00
PARCOMETRO € 6.417,20.
CASSAFORTE PER SCASSETTAMENTO PARCOMETRO € 534,48
ASFALTATURA STRAORDINARIA € 6.723,42
MODULISTICA UFFICIO PL € 1.684.90 TOTALE SPESE COPERTE DAL CONTRIBUTO € 32.000
DA AGGIUNGERE LE SPESE CFAV PER LAVORI INIZIALI (MANUTENZIONE 10.370 €) + SEGNALETICA VERTICALE (€ 1.737€) +STAMPA TICKET CARTACEI (1.537€) totale CFAV avvio progetto: € 13.644
ANALISI DEI DATI E CONSIDERAZIONI:
L’accesso veicolare all’area è stato sempre gestito in sicurezza evitando situazioni di pericolo intralcio e/o confusione fornendo all’utente un immagine di organizzazione e controllo che ha valorizzato l’area con una buona qualità ambientale e turistica: una novità assoluta rispetto alla precedente situazione non gestita
I servizi previsti (gestione bagni ai Forni, assistenza alla sosta, ticketing a valle, navetta in caso di chiusura strada e informazione) hanno funzionato in maniera efficace ed efficiente e sono stati apprezzati dall’utenza
Nel mese di maggio prima dell’avvio del progetto la strada è stata oggetto di intervento manutentivo e di messa in sicurezza da parte del CFAV
La collaborazione e la metodologia di lavoro in sinergia tra i vari soggetti del progetto (Comune di Valfurva, P.N.S., Provincia di Sondrio, C.M.A.V., C.F.A.V. Pro-loco Turismo Valfurva) ha funzionato in maniera ottimale fornendo risorse e competenza finalizzate al perseguimento dell’obbiettivo individuato
Eventuali criticità emerse dal progetto saranno oggetto di valutazione per interventi di programmazione futura (analisi stakeholder e personale impegnato, proprietari e gestori rifugi…)
Dall ’analisi dei dati e dalla valutazioni del personale operante si può concludere con ragionevole certezza che: L’ OBBIETTIVO DEL PROGETTO: “Valorizzare il territorio con un nuovo strumento di gestione aumentando la qualità turistica ed ambientale” E’ STATO RAGGIUNTO

Dormire Valfurva


Hotel Zebrù*
Albergo Castello**
Hotel Sport***

Lascia un commento

*

Ultime notizie