Mercoledì 28 luglio 2021

In Valmalenco il larice più vecchio d’Italia

Condividi





In Valmalenco alcuni anni fa è stato scoperto un tesoro della natura: un gruppo di larici e cembri in Val Ventina con oltre 500 anni di vita alle spalle, capitanati da un larice millenario.
Quest’ultimo, ancora vivo e in buona salute, rappresenta a tutt’oggi l’albero più vecchio in Italia, con età certa, e tra i più vecchi in Europa. Un albero speciale quindi, sopravvissuto per oltre un millennio alle severe condizioni dell’alta quota, con tanto da raccontare.
Da qualche anno infatti alcuni ricercatori universitari stanno studiando l’area interessata per conoscere, ridefinire e trascriverne la storia, risalendo innanzi tutto all’età esatta del larice, che secondo gli studiosi è in vita dal 1007.
Ma la vera bellezza sta nella visita dal vivo. Per raggiungere il larice millenario sono sufficienti 30 minuti dai piedi dell’alpe Ventina. Una facile escursione lungo un percorso panoramico: un luogo, selvaggio e solitario, che invita a riflettere sulla natura delle cose, sulla vita e il tempo che corre.

Le news su WhatsApp e Telegram



  1. peregalli enrico Rispondi

    Se volete conoscere e vedere un larice con oltre 7.40 di circonferenza io sono a disposizione

  2. Gianfranco Cabello Rispondi

    Mi piacerebbe sapere come si fa a dedurre gli anni di un albero millenario.non bisogna segarlo per vedere gli anelli che ha? Mi date delucidazioni grazie

  3. Stefano Rispondi

    Gianfranco cabello, un altro metodo consiste nel carotaggio

  4. Gianfranco Bugini Rispondi

    Non conosco metodi certi per calcolare l’età degli alberi, oltre a quello della conta dei cerchi. Se questo albero è ancora vivo e vegeto, mi piacerebbe conoscere il metodo usato per stabilirne, con certezza l’età.

  5. Santo Rispondi

    Un larice secolare fu tagliato anni fa a Dazio

Lascia un commento

*

Ultime notizie